Natale italiano: la tradizione del Presepe. Foto e video di Presepi 2017

Condividi


Ciao a tutti!
Il Natale è passato da poco, ma qui in Italia siamo ancora nel pieno delle Festività Natalizie, perché per noi le Feste finiscono con l’Epifania, il 6 gennaio.  
E’ quindi ancora tempo di parlare di tradizioni di Natale, come quella del Presepe.

Vorrei fare una premessa.
Come fan di Yuzuru Hanyu, ho la fortuna di poter avere contatti con persone di ogni parte del Mondo e di sentirmi unita a loro da una passione comune, Yuzuru, appunto.
Ognuno di noi ha la propria lingua, il proprio background culturale, la propria vita, la propria famiglia e i problemi e le occupazioni quotidiane, ma poi c’è qualcosa che ci unisce e che è uguale per tutti: guardiamo le gare, cerchiamo online materiale su Yuzuru, foto, video, interviste, notizie… e lo seguiamo qualsiasi cosa lui faccia, sempre per supportarlo, ed è bello percepire questa vicinanza con così tante altre persone!
Una fan giapponese, ecovail, ha un blog su Yuzuru e ci delizia con traduzioni, bellissimi pensieri e post interessanti su di lui e sui suoi fans. In questi giorni ha postato sul suo blog e su twitter alcune informazioni sulle tradizioni giapponesi che riguardano la celebrazione dell’Anno Nuovo: giochi tipici, cibi tradizionali ecc.
L’ho molto apprezzato, perché sono sempre desiderosa di imparare cose nuove, in generale, e soprattutto sul mio amato Giappone. Per questo l’ho ringraziata e ho anche espresso il mio desiderio, la mia risoluzione, di iniziare seriamente a studiare la lingua giapponese.
Faremo entrambe del nostro meglio, per studiare, imparare, migliorarci… e lei scriverà anche riguardo la cultura giapponese. Cercheremo di essere persone migliori e sono convinta che tanti altri fans faranno la stessa cosa, perché Yuzuru ci sprona inconsapevolmente a comportarci in questo modo, ispirandoci con il suo esempio e il suo approccio alla vita.

Ebbene, ho deciso che anch’io voglio, nei limiti delle mie possibilità e delle mie capacità, rivolgermi a eventuali lettori stranieri, che arrivano su questo blog guidati dall’interesse per Yuzuru, e provare a trasmettere e raccontare qualcosa del mio Paese a chi avrà interesse e voglia di leggere.

Premesso questo, metto subito in atto il mio proposito parlando del Presepe, tradizione natalizia per eccellenza.

In tutti i Paesi di religione prevalentemente cattolica il Presepe è un simbolo del Natale, ma probabilmente in Italia più di ogni altro.
Il Presepe (o Presepio) è una rappresentazione della nascita di Gesù ed ha avuto origine proprio in Italia, in epoca medievale.

Nel Presepe ci sono le figure essenziali, che sono Maria, Giuseppe e Gesù. Possiamo quindi definire Presepe anche una riproduzione come questa:

Presepe Presepio Natale Spesso, però, si aggiungono altre figure, come l’asinello e il bue che scaldano il Bambinello, i magi che giungono per portargli in dono oro, incenso e mirra, gli angeli, i pastori che arrivano alla grotta o capanna in cui è nato Gesù, con le loro pecore, per adorarlo.
Ci possono poi essere tanti altri personaggi: il falegname, il pescatore, la lavandaia, l’arrotino, il fabbro, il vasaio e tutto ciò che suggerisce la fantasia, per ricreare il paesaggio.
Esiste poi anche il Presepe vivente, creato con le persone “vere”.

Il termine “Presepe” deriva dal latino praesaepe, cioè mangiatoia, dove, secondo i Vangeli, venne posto Gesù alla sua nascita.
Il Presepe inteso come riproduzione (non solo pittorica ma tridimensionale) della scena della Natività, nasce nel 1223, quando San Francesco d’Assisi la realizzò per la prima volta a Greggio. 

In Italia, a Natale, nelle case, oltre alle decorazioni natalizie e all’Albero, si usa allestire un Presepe, che sia una semplice scena della Natività o qualcosa di più impegnativo e ampio.
Purtroppo anche questa tradizione è a rischio, perché trascinati dalle mode e dallo spirito consumistico e “festaiolo” dei tempi moderni, si tende a dimenticare qual è il vero significato del Natale, ossia la nascita di Gesù, che invece per un Cristiano dovrebbe essere la priorità su tutto il resto. Oggi invece il Natale è spesso visto solo come scambio di regali, grandi cenoni e decorazioni scintillanti… anche dagli stessi Cristiani.

In questo post vi avevo mostrato come ci si prepara al Natale nella mia famiglia e in questo album potete vedere un Presepe tra quelli che ho allestito negli ultimi anni.

Oltre ai Presepi allestiti nelle case, se ne trovano altri, presso molte Chiese e Parrocchie, i quali spesso sono veri e propri capolavori di artigianato e arte, con grandi riproduzioni paesaggistiche e tanti personaggi, anche in movimento.
Come da tradizione… anche quest’anno sono andata a visitare alcuni di questi Presepi, nei dintorni del mio paese, e vorrei mostrarveli, in foto e video.

Chiedo anticipatamente scusa per la qualità sia dei video che delle foto, le ho scattate in ambienti poco illuminati con il cellulare, non mi ero portata la reflex per questioni di comodità.

Iniziamo con il Presepe di Mascarino, un paese in provincia di Bologna. Il più piccolo dei tre visitati. Si trova in un altare della chiesetta. Si alternano il dì e la notte e ci sono varie figure in movimento.

Presepe di Mascarino Presepio NataleQui il video:

Proseguiamo con il Presepe di Casumaro, in provincia di Ferrara.
Questo è il più grande tra i tre visitati. Si entra in una stanza buia e si segue un percorso, avendo il paesaggio del Presepe sia da un lato che dall’altro, fino all’uscita. Anche qui si alternano il dì e la notte. L’alba è accompagnata dal canto del gallo e durante il giorno si sentono gli uccellini e i rumori di chi taglia la legna o fa altri lavori, oltre a musiche natalizie in sottofondo. Ci sono anche zone in cui è ricreato un temporale o una nevicata. Vi si possono trovare tante figure in movimento: i pescatori, l’arrotino, il vasaio, la donna che spazza, quella che rimesta la polenta, l’uomo che taglia la legna, il calzolaio, il fabbro e così via. Ci sono fuocherelli, fontanelle e pentole con l’acqua che bolle. Arrivati alla capanna della Natività… Maria si volta a presentare Gesù ai pastori e a Giuseppe, i quali si inchinano.
Davvero molto bello e suggestivo!

Presepe di Casumaro Presepio Natale

Qui il video:

In conclusione, il Presepe di Bevilacqua, tra le province di Bologna e Ferrara. Le caratteristiche sono le medesime del precedente, è solo un po’ meno esteso, occupa tre pareti di una stanza. Alcune figure hanno movimenti molto originali e non solo ripetitivi, non presenti nell’altro Presepe, ad esempio il falegname che di giorno sega il legno sul suo tavolo da lavoro e di notte si stende su una panca a dormire, oppure il bovaro che munge la mucca mentre questa si volta a guardarlo, o una donna che tesse al telaio e di tanto in tanto si volta a controllare il suo bambino che dorme nella culla accanto a lei. Anche questo Presepe è molto bello e particolare.

Presepe di Bevilacqua Presepio Natale

Qui il video:

Per oggi è tutto, spero vi piacciano!

In questo album trovate tutte le mie foto di queste Festività natalizie 2017-2018.
Un saluto a tutti, alla prossima!!  Presepe Presepio Natale

 

 

 



Condividi