Pubblicato il: 23 Dicembre 2020 alle 23:26

JNats2020 23 dicembre – La conferma ufficiale: Yuzuru Hanyu sarà in gara!

JNats2020 23 dicembre

Ciao!  JNats2020 23 dicembre
Ci siamo, i Campionati Nazionali Giapponesi stanno per iniziare. 
Per noi la gara ha inizio oggi.
Non si tratta propriamente della competizione, del ghiaccio, ma dell’atmosfera che si respira nei giorni di gara.
E’ consuetudine del blog EleC’s World, ormai da alcuni anni, seguire le competizioni alle quali partecipa Yuzuru Hanyu con post quotidiani, dal momento in cui lui giunge qul luogo dell’evento al giorno in cui si tiene il banchetto conclusivo.

Questi Nazionali, già diversi dal solito per vari motivi, non lo sono però in quanto ad abitudini del blog, ed ecco quindi il primo post del diario di gara nel giorno in cui Yuzuru…. no, non è atterrato all’aeroporto, non questa volta, ma ha ufficialmente confermato che prenderà parte alla competizione.
Sì, perché la sua presenza è rimasta in “forse” fino a poche ore fa.
Per saperne di più sulle ragioni di questa incertezza vi rimando al post principale della serie sui Nazionali 2020, quello in cui sono raccolte le informazioni utili e l’indice di tutti gli altri articoli a tema.

Vediamo quindi cos’è accaduto oggi e poi prepariamo la mente e lo spirito ai primi allenamenti di domani!
JNats2020 23 dicembre – La conferma ufficiale: Yuzuru Hanyu sarà in gara!


h 14.00

E’ giunta esattamente alle h 22.00 della serata giapponese (h 14.00 da noi in Italia) la conferma ufficiale della partecipazione di Yuzuru ai Campionati Nazionali Giapponesi!!
La notizia da tutti noi tanto attesa e al tempo stesso temuta è alfine arrivata! Con tanto di nuova foto, dopo che tutti gli sponsor ed le emittenti televisive avevano raschiato per mesi il fondo del barile (leggasi: dei loro archivi) in cerca di foto “vecchie” per le varie attività promozionali.

Yuzu ha deciso di partecipare, pur consapevole dei rischi che ciò comporta, nella speranza di portare un’emozione positiva a qualcuno, in questo periodo così difficile.

Credete che questa posizione possa essere la posa iniziale o finale di uno dei suoi programmi di gara? JNats2020 23 dicembre

Altra informazione importante che ci viene fornita da questo tweet di FujiTV:
sia il corto che il libero sono programmi nuovi!

Mi piace descrivervi l’atmosfera che regna nel fandom in queste ore, per far capire anche a chi sta fuori da questo “manicomio” com’è la vita del fanyu.
Era ventilata la notizia di un imminente annuncio, da qualche accenno di FujiTV… e fanyus (potete immaginarci come cactus ormai secchi e rattrappiti dopo 10 mesi senza praticamente nulla di recente) da tutte le aree del mondo e da ogni fuso orario erano in attesa della bomba, qualunque essa fosse. Trepidazione, ansia, impazienza…
Chi doveva assolutamente dormire perché dopo poche ore avrebbe avuto l’inesorabile sveglia, chi crollava dal sonno, chi doveva preparare la cena per la famiglia, chi si è portato il cellulare nella vasca da bagno…
Finalmente alle h 22.00 abbiamo rivisto il nostro ragazzo, bello come il Sole e in una posa affascinante, con il suo sguardo intenso e convinto. E’ sempre lui, il nostro ragazzo.

h 23.40

Alle h 23.40 (15.40 ora italiana) è andata in onda, all’interno della trasmissione Live news α , un’intervista esclusiva a Yuzuru.

JNats2020 23 dicembre

In attesa di una traduzione integrale, ecco i punti fondamentali di cui ha parlato:

– E’ consapevole dei rischi cui si espone partecipando alla competizione in queste circostanze, ma si è deciso a farlo nella speranza di portare un’emozione positiva a qualcuno, in questi tempi difficili. Al momento, dice, la consapevolezza del rischio è superiore alla sua voglia di gareggiare.
(Un modo elegante di dire alla JSF: Questa gara avrebbe dovuto essere cancellata, ma visto che mi ci avete tirato in mezzo… eccomi)

– E’ stata dura allenarsi da solo (i suoi allenatori si trovano a Toronto)
– Il 4A è ancora il suo obiettivo, ma non intende eseguirlo in questa gara. Sarebbe un rischio eccessivo inserirlo in due programmi nuovi per poi “sporcarli”.
– Non ha rivelato nemmeno ora le musiche dei due programmi, dovremo aspettare di vederli sul ghiaccio. Ha però detto che per la prima volta, al di là di qualche esperienza negli show, si è occupato in buona parte anche della coreografia. Coreografie create a distanza con i coreografi. Addirittura pare che per un programma (il corto?) al di là della posizione di trottole e salti, abbia deciso fondamentalmente tutto lui.
(Grazie a Barbara per la traduzione al volo!)

E’ parso un po’ teso, direi emozionato ma anche “guardingo”, il che credo sia comprensibile dopo ben 10 mesi senza gare e senza essere a diretto contatto con i media in un contesto del genere, oltretutto con il rischio di contagio con cui dover fare i conti costantemente.

Vorrei puntate l’attenzione su questi “dettagli”, che se mai ce ne fosse bisogno lo rendono ancora più incredibile:
a questa gara, oltre a tutto ciò che già la rende una partecipazione straordinaria da parte sua, si presenterà non solo come atleta, ma anche come coreografo ed allenatore.
Il prossimo passo sarà comporre le musiche e cucire i costumi!

Aggiungo la traduzione di @shinjistarxx.

e quella di @ShukoD.


 

Yuzuru è una persona solare, allegra, luminosa, il suo sorriso apre il cuore, è rassicurante e positivo. Questo non significa che sia sempre felice, tutt’altro. Come lui ha ammesso più volte… piange per frustrazione, per sconforto, per sfogare la tensione, sente emozioni intense e non se ne vergogna.  

Non solo, Yuzuru ha vissuto tante esperienze difficili e addirittura traumatiche nel corso della sua vita e della sua carriera. Non gli è stato regalato niente, né facilitato alcun traguardo. Ha ottenuto tutto non solo con il suo talento e il suo carattere eccezionale, ma lottando con le unghie e con i denti, senza mai accontentarsi né cedere a compromessi.
Esperienze negative, problemi e brutti ricordi si depositano nell’animo, costituendo da un lato una ricchezza, dall’altro un fardello che ci si porta addosso per l’intera esistenza.
Persone così possono avere fasi di tristezza e lo stesso Yuzuru ha passato momenti davvero al limite della sopportazione, per sua stessa ammissione.

Lo stesso essere così famoso, in un contesto culturale in cui la figura dell’Idol e dell’otaku sono cosa piuttosto diffusa (lui NON è un idol! Ma essendo giovane e molto bello ha assunto una notorietà per certi versi simile a quella degli idols, almeno nei confronti di una parte del fandom). Ciò ha comportato la necessità di isolarsi più degli altri pattinatori, di chiudersi nel privato, lo ha spinto ad evitare di frequentare i social (almeno pubblicamente) e ad apparire quasi un eremita che fa la spola tra casa e pista.

Tutto ciò gli ha creato attorno un’aura di tristezza e drammaticità che però superano, a mio parere, la realtà e sfociano nella fantasticheria, che è un altro tipo di fanatismo, il quale, seppur meno invadente dei fan ossessivi e degli stalker, diventa comunque pesante perché diffonde tristezza, ansia, paura e copre tutto con una patina di malinconia, rimpianti, rinunce.
Yuzuru è sostanzialmente un ragazzo come tutti, ma meglio! Gli piace dormire, giocare con i videogames, ha mille interessi e passioni, legge manga, guarda anime e conosce un sacco di programmi TV, segue lo sport, è pratico di computer, ADORA cuffie e auricolari, gli piace imparare tutto, è appassionato, sorride, ride, sa essere buffo e divertente, ha sempre la battuta pronta, fa stare bene chi lavora con lui e gli sta vicino. Questo è Yuzuru, non una vittima, pur nella sua eroicità.

Le difficoltà le hanno tantissime persone, chi più chi meno, è normale, fa parte dell’esistenza.
Chi è più intelligente, più bravo, più talentuoso, chi eccelle in qualcosa ed è destinato a fare grandi imprese, o si ritrova per suo merito a compierle, è più degli altri costretto a fare scelte difficili, a rinunciare a tanto, a sacrificare tanto. Se la scelta di ambire a tali imprese è però libera e consapevole, allora i sacrifici e le rinunce “fanno parte del gioco”.
Sento spesso parlare di solitudine. Nessuno però sa cosa pensa e cosa vuole lui, ed è giusto che nessuno lo sappia. Ebbene, non per tutti avere una relazione sentimentale o uscire con gli amici sono cose necessarie per essere felici. C’è chi preferisce dedicarsi ad altri progetti. C’è chi si realizza in altri modi. Il vedere tristezza e solitudine in una persona (qualunque persona) non abbia amici o un partner… è semplicemente riflettere su di loro le proprie priorità, ovviamente quando non si conoscono personalmente.
Si dice che i pensieri, l’approccio delle persone possa creare flussi di energia. Non so se sia vero, ma se così fosse… io vorrei inviare a Yuzuru solo vibrazioni positive, per dargli forza e non caricarlo ANCHE delle mie personali paure. Sì, perché anch’io ho paure e preoccupazioni. E’ normale che sia così quando si è affezionati a qualcuno, ma non serve fare preoccupare tutti, preferisco diffondere positività.

Chiusa la parentesi delle “riflessioni personali”…
Yuzurino è come sempre.
A rischio infortuni? Sì, ha i suoi acciacchi che ben conosciamo e prende grandi rischi, come ben sappiamo.
A rischio contagio? Sì, purtroppo, ed essendo asmatico deve stare ancora più attento degli altri.
MA… è sano, non magro, scarno, smunto, pallido, malaticcio, deperito, triste, depresso, malinconico, serio o chissà che altro… e ha pure sorriso!
Ho provato per mesi a dire che quasi certamente l’apparente magrezza era l’effetto della webcam, visto che anche le spalle erano più strette.
Ed anche se poi, in pista, risultasse un po’ più magro, non sarebbe comunque moribondo! Non sappiamo quanto si sia allenato rispetto al Canada. Lui stesso ha detto che quando non si allena dimagrisce, perché perde massa muscolare (e non avendo praticamente massa grassa… perde peso insieme a quella muscolare).

Per quanto mi riguarda…
Sono felice di rivederlo? Sì!
Sono preoccupata dei rischi che corre? Sì!
Cosa mi aspetto? Solo di vederlo sereno e sorridente.
Cosa spero? Che vinca e, ancor di più, che non si faccia male e non si ammali.
Salute e serenità. Tutto il resto sarebbe qualcosa in più. Ma non sta a me giudicare come e quando sia felice. Posso solo sperare e fare quello che posso per sostenerlo.


Per concludere, alcuni articoli usciti dopo l’annuncio:

Sponichi Annex

NikkanSports

Olympic Channel

Anche NekoMasamune, mascotte di Sendai, è sempre sul pezzo e celebra il ritorno di Hanyu.


Per oggi è tutto. Preparatevi per l’intensa maratona dei prossimi giorni.
Dita incrociate affinché tutto vada per il meglio.

A domani, Ciao ciao!


Autore: EleChicca

Italian. I like Japan, cats, fashion dolls, anime&manga, figure skating and a lot of other things, but, above all, I LOVE Yuzuru Hanyu! ??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate into your own language