YuzuNews del 24/09/2017: ACI2017 – Free Program, Premiazione, considerazioni

Buongiorno!!
Autumn Classic International. Rieccoci qua, a rivedere la prestazione di Yuzuru di questa notte.

Per leggere quanto successo nella giornata di ieri…andate QUI

Questo il video del programma libero:

 

E qui il protocollo con il punteggio nel dettaglio: 1Lz, 3Lo, 3F!/ x4S+3T, x2T+1Lo+2S, x2T, x3A (fall), x4T<< (x salti nella seconda metà, che quindi prendono il bonus). 
Insoliti per lui sia il ! sul 3F (era tanto che non lo prendeva) sia un salto degradato. Un mezzo disastro insomma.

La gara si è conclusa con la vittoria di Javier Fernandez (279,07), secondo posto per Yuzuru Hanyu (268,24) e terzo Keegan Messing (248,30).

results

Non c’è da farne un dramma. Da sempre la prima gara non va benissimo (in termini di punteggio) per Yuzu, anzi…già è straordinario avere avuto un record del mondo nel corto! Come si è già detto, questa non era una gara fondamentale, ma un test di inizio stagione, per provare i programmi davanti ai giudici e prepararsi allo “spirito da gara”, diciamo così.
Certo…Yuzuru ha di che riflettere. E’ molto forte mentalmente, ma deve imparare dall’accaduto e cercare di evitare questi crolli nelle gare che contano. So che saprà fare tesoro anche di questa esperienza e tornerà più forte di prima!


Di seguito alcune foto:

1

2

Solita strizzatina a Pooh prima di cominciare…


Una possibile spiegazione di tale prestazione potrebbe essere una certa deconcentrazione dopo l’errore sul primo salto.
Effettivamente lo stesso Yuzuru, dopo la gara, ha dichiarato che l’idea di partire già per un programma semplificato e non poter quindi dare il massimo era frustrante e che ha provato a fare un 4Lutz sbagliandolo, per poi fare solo un 3Lo, dovendosi limitare. Dato questo inizio… la sua mente è tornata su quei due salti iniziali e non è più riuscito a concentrarsi sul resto del programma. Ha detto che la difficoltà a concentrarsi è un problema che si porta dietro dall’inizio della carriera.
Lui ha bisogno di pattinare sempre per dare il massimo, il fatto di doversi trattenere lo distrae, lo disorienta in un certo senso.

Personalmente penso che oltre alla difficoltà a concentrarsi, Yuzuru sia anche una persona “troppo” riflessiva (lo sono anch’io, quindi posso capirlo). Pensa e ripensa ad ogni minimo particolare e, se questo per certi versi è positivo e permette di conoscersi bene e capire tante cose anche non evidenti, dall’altra parte è un difetto, perché crea problemi e blocchi che non ci sarebbero se si affrontassero le cose in modo più superficiale o comunque pensandoci meno insistentemente.
Secondo me Yuzuru era consapevole del fatto che dopo il record della sera precedente molti si aspettavano scintille anche nel libero, magari un altro record, e il fatto di sapere che, dovendo andare per una versione semplificata del programma con soli 3 quadrupli, questo record era impossibile, lo ha destabilizzato o privato della motivazione necessaria che gli permette di fare le meraviglie che abbiamo visto più volte.

Ecco un’intervista del dopo gara [grazie a @yuzu_pino per il video, che ora purtroppo non è più pubblico su twitter e ad Angelica Yuzu dello Yuzuru Hanyu International Fan Group su Facebook per la traduzione in inglese].
Yuzu dice che non è riuscito a concentrarsi e che pensava a varie cose mentre pattinava. Sapeva che il risultato sarebbe stato negativo, ma ci sono cose che ha imparato da questa esperienza e c’è anche un senso di rimpianto/frustrazione, che però per lui è un sentimento costruttivo, dal quale si può ricavare qualcosa e migliorare. Conserverà questo sentimento dentro di sé come motivazione per la prossima gara e lavorerà duro in vista della prossima competizione (che, vi ricordo, sarà la Rostelecom Cup, a Mosca, tra un mesetto, prima tappa di Grand Prix per lui).

Beh, direi che tutto questo conferma la mia supposizione di poco fa! 


La cerimonia di premiazione:

alcune foto

 

 

Il cucciolo che guarda la medaglia d’oro di Javi rotfl

3

Com’è accaduto anche nelle due precedenti edizioni dell’Autumn Classic, dopo la premiazione Yuzu ha annusato la sua medaglia. Possibile che la medaglia dell’Autumn Classic abbia un odore particolare? Non si sa, sta di fatto che ormai è il terzo anno che ripete questo gesto risata 

Il consueto saluto/ringraziamento al ghiaccio prima di andarsene:

Sicuramente il nostro Yuzurino era amareggiato, deluso e arrabbiato con se stesso dopo la sua deludente prestazione, però la mia impressione è che, fortunatamente, non l’abbia presa poi troppo male. Mi è sembrato allegro e scherzoso anche dopo il punteggio, mentre guardava pattinare Javi e durante la premiazione.

Qui un video molto carino in cui si vede Yuzu parlare con Ms. Shirota, sembra spiegare qualcosa riguardo la sua prestazione. E’ così tenero!!!! aww

aaa

Qui segue il programma di Javi:

 

QUI un altro video carinissimo, in cui si vede Yuzu in attesa della cerimonia di premiazione. E’ tenerissimo e autografa i pass dei bambini che portano i fiori ai medagliati. Ha un modo di fare che mi affascina, al tempo stesso sicuro, spontaneo, tenerissimo, innocente e fanciullesco, è qualcosa che mi cattura! aww  [Grazie a KerryIHYS重度患者]


Non potevano mancare i tweet di Massimiliano Ambesi:


Mentre per il programma corto Yuzu ha, almeno per ora, riutilizzato il costume della stagione 2015-2016, per il libero si è presentato in pista con un nuovo costume.
Concettualmente è molto simile a quello passato, ma varie differenze qua e là lo rendono comunque diverso e, almeno per il mio gusto, migliore del precedente. 
Vediamo cos’è cambiato rispetto al vecchio modello.
(Vi ricordo che in questo articolo, dove ho scritto diffusamente di SEIMEI, ho parlato già del costume e, per la precisione, delle due versioni, quella usata negli show estivi 2015 e quella per la stagione agonistica 2015-16. In definitiva, quindi, questo è il terzo costume di SEIMEI e non sappiamo se sarà la versione definitiva!)

Dunque, come si può vedere da queste foto, i pantaloni erano e restano neri, questo era piuttosto ovvio e prevedibile. Cambia la blusa. Difficile giudicarne il colore, perchè molto dipende dalle luci e dalle riprese foto/video, quindi… la mia impressione è che questa nuova sia più “bianca” rispetto all’altra, più avorio-panna, ma come ho detto può essere solo questione di resa in video. 
Ciò che è certo è che la stoffa è più leggera e trasparente. Il vecchio costume sembrava quasi di broccato con ricami oro e verdi e strass diffusi su tutta la superficie del tessuto, mentre questo ha ricamini bianchi molto delicati e un ricamo fatto di strass che parte da una spalla e si allarga sia sul davanti che sul retro, così come sulle spalle e sotto la cintura. 
Il tessuto viola sulle spalle e sui bordi manica non è trasparente come l’anno scorso ma più consistente (e nel bordo manica l’interno ora è color oro), il colletto è più alto, più evidente e più viola, mentre l’anno scorso aveva un vistoso bordo verde, bordo verde che invece si è aggiunto sulle spalle.
E’ rimasta la stellina dorata al centro della parte alta della schiena.
La cintura è di un color oro….diverso, mi sembra lucido, mentre quella di due anni fa era opaca. 
I nastrini verdi nella parte finale delle maniche non sono più chiari al centro e scuri sul bordo, ma tutti di un verde più scuro ma al tempo stesso più brillante.
Nel complesso la blusa mi sembra “cadere” meglio, mentre quella passata appariva più “pesante” e si arricciava un po’ nella parte che cade libera sotto la cintura.
A questa gara Yuzu non portava i guanti, ma a giudicare dagli elastici neri che trattengono le maniche alle mani…direi che dovrebbero esserci e dovrebbero essere neri come nella versione passata.

Ecco, ho appena parlato dei guanti e ne ho la conferma!! 
Guardate, Yuzu poco prima di entrare in pista aveva in mano i guanti, per l’appunto neri, ma poi non li ha usati, chissà perchè!?  Li guarda, li solleva guardando qualcosa o qualcuno…. mistero. pensa   

Svelato il mistero dei guanti!!

QUESTO è il video che mostra lo stesso istante delle foto qui sopra, ossia Yuzu che si infila un guanto e poi si accorge che c’è qualcosa che non va, se lo toglie, li solleva guardando tra il pubblico e se li riguarda perplesso.
A quanto pare…erano due guanti destri e il nostro cucciolo ci è rimasto male al momento di infilarseli.
Io penso che il suo sguardo fosse rivolto a mamma Yumi che, evidentemente, per sbaglio ne ha messi in valigia due destri.
Yuzu poi li piega e facendo spallucce li rimette nella borsa, un attimo prima di entrare in pista per il warm-up.
[Grazie a 献给世上最美好的Yuzu]

Questo un simpaticissimo disegno su questo siparietto insolito:


E per finire…qualche foto divertente per rilassarsi un po’!

a

b

rotfl


Aggiornamento del 25/09/2017

Stando a questo articolo, Yuzuru aveva anche considerato l’ipotesi di ritirarsi da questa gara, a causa dei problemi al ginocchio e alla settimana di stop proprio prima della competizione.
La mancanza di allenamento ha influito sulla prestazione, non tanto nel corto quanto nel libero, che, essendo più lungo e dispendioso in termini di energia e resistenza, ha causato qualche problema di troppo.
Oltre a questo, il layout con tre salti tripli ad inizio programma era una novità per lui e quindi dovervisi adattare gli ha creato difficoltà. [Grazie a Nymphea per la segnalazione e la traduzione]

Il 30 settembre uscirà il nuovo numero della rivista Figure Skating Fan Express, che, come consuetudine, sarà colma di bellissime foto di Yuzu, in questo caso foto scattate all’Autumn Classic International.

La potete acquistare su Amazon.co.jp a questo link: