4 Novembre 2021 Yuzuru Hanyu infortunato.

YuzuNews2021 da 21 a 31 Ottobre
Condividi


(Grazie all’artista Minori Shimizu che ha concesso l’utilizzo della sua opera d’arte come foto di copertina)

Buongiorno.

Ormai sono tanti anni che seguo assiduamente Yuzuru e sono tanti anni che lo seguo come sua fan affezionata. Inoltre, questa è la quinta stagione agonistica che seguo sul blog. Sono abituata alla tensione pre-stagione ed ai picchi di ansia pre-gara. Ho inoltre maturato una certa esperienza nel pianificare i post per documentare tutto il materiale relativo alle competizioni – e non solo – di Yuzu.

In questi giorni stavo mettendo in moto i soliti meccanismi, la solita preparazione: avevo deciso quanti e quali articoli dedicare all’NHK Trophy e come suddividerli; stavo raccogliendo in un unico file tutto ciò che mi sarebbe stato utile, affinché non andasse smarrito nelle montagne di informazioni e contenuti che controllo e filtro ogni giorno; stavo selezionando info e immagini adatte per presentare i luoghi della gara, l’arena, le varie aree all’interno ed all’esterno della venue. E poi gli orari, i canali televisivi con i diversi palinsesti. Insomma… tutto come al solito, ordinaria amministrazione, un’attività che mi aiuta anche a pensare meno alle preoccupazioni per il nostro ragazzo.
Avevo già iniziato a preparare un post di presentazione generale dell’ISU Grand Prix 2021 con il calendario delle varie tappe, in modo da poter seguire tutti insieme la marcia di qualificazione di Yuzu alla Finale, e avevo già abbozzato il post introduttivo alla sua prima gara, l’NHK Trophy.

Ero quasi pronta, ma all’improvviso tutto si è interrotto e ciò che avevo preparato è finito nel cestino del computer.
Sì, sono abituata a tutto quanto appena elencato, ma non sono abituata e credo che non potrei mai abituarmi agli imprevisti tristi e dolorosi che troppo spesso accadono con il nostro Yuzuru.

Sul blog non verrà più presentato il Grand Prix 2021 né seguito l’NHK Trophy perché Yuzuru Hanyu non vi prenderà parte.
E’ infatti giunto l’amaro annuncio del suo ritiro dalla gara a causa di un infortunio.

Ho aspettato qualche giorno a pubblicare questo post, per vari motivi.
Innanzitutto avevo bisogno di riordinare le idee e ritrovare un minimo di calma per poter scrivere in modo almeno decente, ossia per far capire a voi che leggete l’effettiva situazione.
In secondo luogo mi serviva tempo e non ne ho avuto, poiché i fans si sono subito mobilitati per sostenerlo il più possibile in un momento tanto delicato.

Giovedì 4 novembre è il giorno della doccia fredda.
Intorno alle h 9.00 del mattino italiano è uscita una pessima notizia, postata su twitter da Sponichi Annex:
Yuzuru Hanyu si è ritirato dall’imminente NHK Trophy a causa di un infortunio ai legamenti della caviglia destra patito in seguito ad una caduta in allenamento.
Ha lavorato in tutto questo tempo con grande impegno e attenzione per non infortunarsi, ma è bastata una sola brutta caduta perché ciò avvenisse.
Lui assicura che farà del suo meglio per tornare in pista il prima possibile e ringrazia tutti per il continuo supporto, sostenendo di sentirlo e di trarne forza.

Questo è l’annuncio ufficiale pubblicato dalla JSF.

YuzuNews2021 da 1 a 10 Novembre

Sogni di 4Axel infranti (almeno nel breve termine), tristezza infinita, rabbia, ansia, preoccupazione per lui, il suo stato d’animo, il suo futuro. Angoscia, ma prima di tutto, nell’immediato, sgomento e incredulità.
Sembra di rivivere un incubo, sempre a Novembre, sempre durante il Grand Prix, sempre alla caviglia destra. Non sembra vero.
Il primo pensiero: ho letto male
Il secondo: dev’essere un errore
Il terzo: è uno scherzo

Poi la consapevolezza che è tutto tristemente reale, ancora una volta.
I baby-fanyus ormai lo hanno letto più volte qui sul blog, essere fans di Yuzuru significa stare sempre sulle montagne russe, picchi di orgoglio e felicità alternati a valli dolorose da cui lui ci riporta ad altri picchi che proprio per quello che li ha preceduti sono ancora più alti e fanno pensare “ne è valsa la pena”. Ogni volta però, nonostante la fiducia totale in lui, ci si ricorda che è un essere umano (forse) per quanto speciale e quindi la paura per ciò che verrà è inevitabile. Ma ancora, sempre, ne vale la pena, proprio perché è lui e noi gli vogliamo bene a prescindere da tutto.
Anzi, il dolore che proviamo non è tanto per un desiderio egoistico di vederlo in gara (logicamente lo desideriamo, ma quello passa in secondo piano), quanto piuttosto per la sua frustrazione, il nostro dolore è l’espressione della difficoltà ad accettare che lui debba avere dei rimpianti, perché i suoi sogni sono i nostri sogni e vederlo con il suo sorriso luminoso è la nostra gioia. Sappiamo che lui può farlo, può ottenere ciò che vuole e questi incidenti di percorso che ogni volta lo fermano e lo fanno soffrire ci portano rabbia e senso di impotenza. Vorremmo tutti donargli le nostre caviglie, certi che lui ne farebbe un uso migliore.
Eppure non possiamo fare niente, se non continuare, sempre e incessantemente a sostenerlo, pensare a lui nelle nostre preghiere e inviargli i nostri pensieri positivi.

Ne hanno parlato anche i notiziari e programmi di informazione televisivi.

Alcuni articoli scritti in lingua Inglese.

La notizia shock giganteggia sui quotidiani.

Non si è saputo assolutamente nulla più di questo, nemmeno nei giorni successivi. Non ci resta quindi che concentrarci sulle svariate iniziative per sostenerlo.

Ognuno può partecipare a tutte quelle che desidera.


GET WELL SOON YUZU!

Nekomasamune è come sempre in prima linea e subito, con il costume e in posa da Ten to Chi to, ha mostrato il sostegno di Sendai verso l’eroe, ambasciatore e orgoglio della città.

Questo è invece il mio personale contributo, modesto ma profondamente sentito.
Siamo tutti con te, Yuzu!

Tanti, tantissimi sono coloro che immediatamente si sono attivati per inviare via social il proprio augurio di pronta guarigione, il proprio incoraggiamento, esprimergli il sostegno incondizionato e fargli forza.
Come potete ben immaginare mi è impossibile inserire qui tali tweet, post Instagram, Facebook e così via.

Mi limiterò a citare le iniziative che via via stanno prendendo forma, così che possiate prendere parte a quella/quelle che preferite.

MILLE GRU ORIGAMI

Partiamo con un’idea di Martina Frammartino (questo il suo blog, Sportlandia), che ha deciso di realizzare una gru origami ogni giorno.
Conoscete la leggenda delle mille gru di carta molto sentita nella tradizione giapponese? E’ diffusa la credenza che piegando mille gru si possa realizzare un desiderio collegato alla guarigione di qualcuno. Donare mille gru di carta è un bellissimo pensiero e… chissà che non funzioni!

A Martina si sono uniti molti altri fans italiani e non solo (per le fanyus giapponesi è più immediato come pensiero e non c’è stato bisogno che qualcuno lanciasse l’idea, stanno già piegando gru a tutto spiano!)

Se volete partecipare a questa iniziativa potete creare una gru origami al giorno e postarla sul social che vi è più congeniale utilizzando i seguenti tag:  #GetWellSoonYuzu
#WeLoveYouYuzu
#orizuruforyuzu
 

2021 Yuzuru Hanyu infortunato
Immagine di Gaia Ludergnani

Per chi non avesse mai provato a piegare una gru origami… ecco uno schemino che può aiutare.

2021 Yuzuru Hanyu infortunato

Alcuni esempi delle “nostre gru italiane”.

ICONA TWITTER

Potete modificare l’icona del vostro profilo twitter aggiungendo questa cornicetta con le orecchiette da Pooh.

IMMAGINE DI COPERTINA E DEL PROFILO

Anche questa iniziativa riguarda i profili social e prevede la sostituzione delle proprie attuali immagini, quelle di copertina e/o del profilo, con una scelta di comune accordo dal gruppo Italiano e che ci sembra la più adatta e simbolica.

L’immagine selezionata è quella che vedete anche come copertina di questo stesso post. E’ un’opera realizzata dall’artista Minori Shimizu con una tecnica particolare di origami, originaria di Kyoto. Minori è stata così gentile da concederci di utilizzare la sua creazione dedicata a Yuzu come messaggio da inviargli in questa circostanza.

Nel tweet che segue trovate le immagini già editate con gli hashtag e le dimensioni adatte. Gli edit sono stati realizzati da Gaia Ludergnani
Grazie a Minori e Gaia!

VIDEO DI MESSAGGI

Progetto portato avanti congiuntamente dal gruppo FB italiano e da quello internazionale: la creazione di un video-montaggio con una serie di messaggi per Yuzuru.
Bisogna ringraziare Alessandra e Angelica che hanno organizzato e gestito il tutto, rispettivamente sui gruppi italiano e internazionale.

Chi vuole partecipare dovrà postare, nei commenti ad uno dei post aperti in entrambi i gruppi (ma preferibilmente in quello internazionale) la propria immagine, contenente il messaggio scritto in modo chiaro e leggibile e specificando il nome. In aggiunta si possono inserire anche decorazioni, disegni e la propria nazionalità. 
L’importante è che la scritta sia ben leggibile, che l’immagine sia orientata in senso orizzontale e che venga “consegnata” entro il 12 novembre.

QUI trovate il post in questione, quello del gruppo internazionale.

(Aggiornamento: 13 Novembre)

Ecco il video, realizzato a tempo di record da Carmi Tugs, che si era gentilmente offerta di aiutare.

Grazie a tutti quelli che hanno aderito all’iniziativa e che hanno così reso possibile la realizzazione di questo bellissimo filmato.
Chi può lo diffonda il più possibile, linkandolo e condividendolo.
In ogni caso, il nostro pensiero verrà anche spedito in una pen USB a Sendai.

MESSAGGI IN BACHECA

Altro bellissimo progetto, lanciato dal gruppo brasiliano.
E’ stata approntata una bacheca virtuale interattiva, sulla quale anche tutti noi possiamo lasciare il nostro pensiero di supporto a Yuzuru.

PREGHIERA

C’è poi una testimonianza di affetto più intima e privata che spinge i fans giapponesi a visitare di persona, realmente, santuari che hanno qualche correlazione con Yuzuru oppure dedicati a divinità guaritrici. (Credetemi, anche numerosi fans di altri Paesi stanno pregando secondo il proprio Credo e anche in Italia si visitano chiese e si accendono candele, parlo per esperienza personale).
Si sta verificando un vero e proprio pellegrinaggio a santuari sparsi in tutto il Giappone e addirittura il personale dei luoghi di culto e i media se ne sono accorti!

Questo, ad esempio, è un santuario dedicato alla divinità guaritrice degli arti inferiori.

Questo il santuario Yuzuruha sull’isola Awaji.

Questo il santuario di Ise-Jingu.
Secondo la testimonianza di questa fan, tra gli ema appesi ve ne sono tantissimi per il nostro Yuzu.
Gli ema sono le tavolette di legno sulle quali si scrive il proprio desiderio/la propria preghiera.

Questo è il tempio Enjuji, situato a Nichika-do e dedicato alle malattie e agli infortuni dei piedi.

Il santuario dedicato a Seimei che si trova a Nagoya.

Questi elencati sono soltanto alcuni dei tanti esempi che potrei portarvi, ma credo che bastino per far sentire il cuore di tutti noi che batte all’unisono.

 


Se ne avete voglia, lasciate un commento, così facciamo due chiacchiere insieme!


    Condividi

    Autore: EleChicca

    Italian. I like Japan, cats, fashion dolls, anime&manga, figure skating and a lot of other things, but, above all, I LOVE Yuzuru Hanyu! ??

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *