YuzuNews 18 novembre 2018: Rostelecom Cup – Premiazione

Condividi


Buongiorno a tutti.
Anche il post di oggi è per me molto difficile da scrivere, perché la mia testa è colma di mille pensieri, paure e preoccupazioni, tanta tristezza e rabbia, senso di impotenza e frustrazione. Al tempo stesso, però, voglio prendere esempio da Yuzuru e continuare a lottare, anche io nel mio piccolo, come fa lui, per andare avanti nel miglior modo possibile.

Oggi alla Megasport Arena di Mosca si è conclusa la Rostelecom Cup 2018, quinta e penultima tappa di qualificazione del Grand Prix 2018, giornata di Premiazioni, Exhibition Gala e, per finire, il banchetto conclusivo.

Come già anticipato ieri, Yuzuru non ha preso parte al Gala, purtroppo, non so se sia andato al banchetto (ma per ora non sono uscite foto con lui, quindi probabilmente no), ma ha voluto partecipare alla cerimonia di premiazione.
E’ stato un momento estremamente toccante, nel quale non solo lui ha potuto vedere l’enorme affetto dei suoi tifosi, che hanno esposto striscioni e cartelli, l’intera arena era lì per lui, ma anche perché ci ha mostrato ancora una volta la sua enorme forza di carattere, la sua capacità di sopportare e superare ogni difficoltà, accettando ciò che gli accade senza mai arrendersi.

Yuzuru si è presentato alla premiazione con il costume di Origin ma senza pattini e con le stampelle.
Ammetto che mi si spezza il cuore vederlo così, non ho potuto trattenere le lacrime, ma dobbiamo tutti trarre ispirazione e forza da questo ragazzo straordinario.


Prima di passare alla premiazione, però, partiamo dal messaggio di Plushenko, scritto su Twitter e Instagram, rivolto a Yuzuru (Plushenko ora si trova in Spagna, impegnato nel tour di Javier Fernandez):

Qui Yuzu ieri con il figlio di Plushenko, che era alla Megasport Arena con la madre per vederlo.


Eccoci alla premiazione, che si è svolta alle h 12.00 italiane.

premiazione

Questo il video.

Al termine, prima di uscire di pista, ha gridato grazie a tutto il pubblico, come di solito fa alla fine di ogni Gala, ma visto che oggi non sarebbe stato nel Gala… 
Grazie a te, Yuzuru, grazie di tutto.

premiazione

Sorridente e radioso come sempre, ma chissà cosa sta provando in questi momenti, quante paure sul suo futuro, insicurezze, quanta frustrazione per dover ricominciare tutta la trafila delle cure, della riabilitazione, non poter pattinare, né saltare… possiamo solo immaginarlo. Eppure ha voluto regalare a tutti noi la sua espressione più serena e ha espresso la sua soddisfazione per questo successo. 
E’ la prima volta in carriera che vince entrambe le tappe di Grand Prix a cui era assegnato, ma a che prezzo!

Le parole di Massimiliano Ambesi, che rendono l’idea dell’impresa compiuta ieri da Yuzu.

Qualche foto.

premiazione

premiazione

premiazione

premiazione

premiazione

premiazione

premiazione

premiazione

premiazione

premiazione

premiazione

premiazione

premiazione

premiazione

premiazione

premiazione

premiazione


Passiamo a qualche informazione.
Dunque, vi risparmio i dettagli sulla diagnosi, che sono piuttosto tecnici e per chi non è medico dicono poco, ma insomma… è una cosa abbastanza seria, probabilmente non seria come fu l’anno scorso ma da non trascurare.
Il problema è che ormai quella caviglia è debole e al minimo errore o atterraggio sbagliato i legamenti cedono.

Comunque, il medico gli ha ordinato 3 settimane di riposo e lui oggi ha comunicato, tramite la JSF (la Federazione Giapponese del Pattinaggio) che farà tutto il possibile, con tutte le sue forze, per rimettersi per la Finale di Grand Prix, ma sarà molto difficile. La decisione non è ancora stata presa e la farà sapere tramite la JSF.

Io penso che la Finale di Grand Prix, così come i Campionati Nazionali Giapponesi, siano ormai fuori discussione. La Finale è proprio fra tre settimane. Se lui deve stare fermo tre settimane… come fa a prepararsi per la gara? I Nazionali saranno solo due settimane dopo, quindi per come la vedo io… inutile farsi speranze a riguardo. Ma posso sbagliarmi e mi auguro di sbagliarmi.


Prima di salutarvi, vorrei tornare su una cosa cui ho già accennato ieri, ossia la volontà di poter far sentire la nostra vicinanza a Yuzu, anche e soprattutto in questo, ennesimo, momento difficile della sua giovanissima vita.

Per quanto riguarda il blog, non ho ancora pensato a cosa si potrebbe fare, credo che si possa prendere tempo e rifletterci con calma (se avete idee o proposte fatevi sentire!), ma sarebbe bello se partecipassero più persone possibile, ed il blog purtroppo temo non sia ancora così diffuso e seguito (se lo trovate utile… diffondetelo, grazie!!)
Nel frattempo vi propongo un altro progetto, avviato da alcune fans su Twitter, il quale prevede la raccolta in un video dei messaggi rivolti a Yuzuru, di pronta guarigione e anche di buon compleanno, provenienti un po’ da tutto il mondo. Video che verrà poi diffuso online, ben sapendo che Yuzu segue assiduamente Twitter e guarda parecchio anche Youtube.

Io invierò il mio messaggio, come loro mi hanno invitato a fare e, se lo desiderate, posso inviare anche il vostro, che dev’essere in inglese (se preferite scriverlo in italiano poi lo si traduce senza problemi, tranquilli). Un messaggio breve, mi raccomando! Massimo 144 o 280 caratteri, così hanno scritto.

I messaggi dovranno essere inviati entro il 25 novembre, quindi se potete, a me inviateli prima, in modo da poterli raccogliere e inviare tutti insieme.

Se usate Twitter potete inviarli direttamente, in caso contrario potete farli avere a me e provvederò io a inviare tutto.

Potete scriverli qui sotto nei commenti, oppure scrivermeli privatamente, via messaggio diretto o tramite mail, o attraverso il modulo di contatto nella sidebar qui accanto, oppure usando i vari social (trovate tutto nella pagina Contatti).

So che ci sono tantissimi nuovi fans di Yuzu, che lo hanno conosciuto grazie alle Olimpiadi e che non hanno vissuto LIVE  gli anni precedenti.
Ebbene, essere fan di Yuzu è un po’ come stare sulle montagne russe, come ho già detto più volte. Ci sono momenti molto difficili, perché questo ragazzo ti rapisce il cuore, ti strega completamente, così che ogni suo problema diventa anche tuo e lo senti profondamente, soffrendo per lui, ma poi ti ripaga di tutto con i suoi successi pazzeschi e i momenti indimenticabili che offre. Oltre a questo è un esempio e un insegnamento che può farci diventare persone migliori, questa è la nostra ricchezza.
Chi non lo conosce non sa cosa si perde. Noi dobbiamo essere orgogliosi di essere suoi fans e dimostrarlo, non preoccupatevi di sembrare fanatici o patetici a provare vero, genuino affetto per una persona che non conoscete nemmeno, chi può pensarlo è chi non ha mai avuto la fortuna di provare quello che proviamo noi. Facciamo conoscere Yuzu a più persone possibile e cerchiamo di essere persone belle come lui (non dico fisicamente, lui è bello di natura, ma non tutti sono così fortunati! XD) ed esemplari, di essere degne di lui.

Per tutti i nuovi fans, questa purtroppo non è la prima volta che Yuzu deve affrontare una situazione molto dura. Finora ne è sempre uscito più forte di prima e sono certa che lo farà di nuovo. Noi, come fans, in questo periodo dovremo stargli vicino nel modo in cui ci è possibile, aiutarlo e sostenerlo come lui tante volte ha chiesto. Molte volte ha anche ringraziato tutti i fans, sia quelli che lo seguono ad ogni gara, sia quelli che lo guardano tramite la TV o Internet perché non possono andare alle competizioni di persona. Lui sa che ci siamo e ha tante volte detto che il nostro supporto diventa la sua forza.
Ora ha bisogno di noi.

Se dovessero arrivarmi pensieri, messaggi, disegni o qualsiasi altra forma di omaggio, potrebbe eventualmente anche essere tradotta in giapponese su un blog che quasi certamente Yuzuru legge. Per ora sono solo idee, ma vedremo di organizzare, nel frattempo ogni contributo è gradito e nulla andrà sprecato. 

Notizia dell’ultima ora (h 22.00), non confermata ma nemmeno fondamentale, quindi mi permetto di riferirla.
Pare che Yuzuru abbia già lasciato la Russia. Con questo per noi si conclude ufficialmente la Rostelecom Cup 2018.

Un saluto a tutti, alla prossima! 



Condividi

2 pensieri riguardo “YuzuNews 18 novembre 2018: Rostelecom Cup – Premiazione”

  1. Carissima intanto Grazie per il tuo bellissimo lavoro di questi giorni.
    Certo che spezza il cuore quel velo di tristezza appena percettibile sul bel viso di Yuzuru. Sì sorrideva ma chissà quanto gli è costato non fare il giro di pista … anch’io ho una folla di pensieri in testa ma ora voglio rivedermi e gustarmi ancora l’esecuzione straordinaria di questi due programmi.
    Senz’altro ti manderò nei prossimi giorni le mie parole di augurio per lui
    Un grande abbraccio

    1. Sì Ida, una grande tristezza vederlo non poter fare ciò che ama, ma pensiamo che ora per lui ci saranno giorni molto difficili, ma non vuoti. Lui cercherà con tutte le sue forze di rimettersi perfettamente dall’infortunio e di tenersi allenato (tanto per capirci, anche quando non pattina fa comunque image training e credo qualcosa in palestra, oltre a un lavoro continuo sull’aspetto mentale, sulla coreografia, su eventuali cambi di strategia, legge libri che possono aiutarlo e così via, come fece nelle occasioni simili del passato) e noi dobbiamo fare altrettanto. Oggi si è pianto, c’è il groppo in gola, farà male non vederlo in gara con gli altri pur meritandolo più di tutti, e meritando di vincerle quelle gare, ma concentriamoci su quello che noi possiamo fare, per essere migliori noi stessi e per supportare lui. Lui si impegna e lo dobbiamo fare anche noi, lui (ne sono sicura) avrà pianto ieri nella sua stanza in hotel, ma poi si è sforzato di sorridere di nuovo e vedere la vita nella prospettiva più costruttiva. Facciamo lo stesso anche noi.
      E quando un giorno quella caviglia o altri motivi lo costringeranno a dire basta… lo seguiremo negli show, nei programmi tv, nelle pubblicità e in ogni cosa che deciderà di fare, perché resterà sempre il nostro ragazzo d’oro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *