YuzuNews 17 novembre 2018: Rostelecom Cup 2018 – Practice 3 e Free Program

Condividi


Buongiorno a tutti.
Oggi alla Megasport Arena di Mosca è il giorno del programma libero per tutte le discipline, a cominciare dal singolo maschile.

Si è da poco conclusa la Practice 3, nella quale i pattinatori dovevano provare, ovviamente, il proprio programma libero, ma non ci sono buone notizie per noi fans di Yuzu.
Yuzuru, durante il suo run through, è infatti caduto malamente dal 4Loop, si è rialzato un po’ a fatica e poi non ha più fatto niente, ha pattinato per la pista senza provare altro, per poi fare gli inchini di saluto ed uscire mentre ancora suonava la sua musica.

Prima del run through ha eseguito questi salti.

Questa la caduta e il dopo.

Cosa dire? Sembra un incubo che si ripete, stesso copione della stagione passata, con la differenza che qui siamo a metà gara e non all’inizio.

Restiamo in attesa di notizie e cerchiamo di mandargli energie positive.
Sono momenti di grande apprensione e preoccupazione. Tutti siamo con il fiato sospeso.


Allora, prendiamo ogni cosa con le pinze, in questi momenti si tende a cercare l’informazione a tutti i costi e non è il caso, ma pare che Yuzu abbia risposto alle domande dei giornalisti dicendo che sta bene.

Sembrerebbe che, dopo la caduta, si sia avvicinato alla balaustra dove c’era Brian, Brian gli abbia chiesto qualcosa e lui abbia annuito decisamente con la testa, per poi annotarsi mentalmente, girando per la pista, gli elementi del proprio programma ed uscire.
Forse non ha voluto forzare? Forse non ha voluto rischiare? Forse è solo paura per la sua caviglia destra? Certo, non fare la practice può avere cattive conseguenze sulla gara, meno sicurezza, meno stabilità anche a livello psicologico. E’ anche vero che, dato il buon margine che ha sui rivali, potrebbe fare un programma un po’ semplificato, magari togliendo quel 4Lo che stamattina gli dava problemi. Ma gli altri salti? Riuscirà a farli senza averli provati fino alla fine questa mattina? 
In ogni caso, la cosa importante è che non si sia fatto di nuovo male, e così parrebbe, ma ripeto, aspettiamo notizie nelle prossime ore.

Dai video postati poco su, l’impressione è che lui abbia preferito non fare altro, ma che fosse solo concentrato, non sofferente. La domanda è: perché ha preferito non continuare il run through? Se non aveva dolore… perché non provare gli altri salti, o le trottole, o i passi? E’ questo che non mi convince completamente.

Secondo questo tweet, Yuzuru ha subito applicato il ghiaccio alla caviglia destra, già sul bus. Allora le paure sono davvero per la caviglia destra. Forse ha sentito male? Ha sentito che si è girata male? Mamma mia che paura quella caviglia!!

free skating


Yuzu che lascia la Megasport. Si può notare l’impacco col ghiaccio alla caviglia.

Per via telefonica Brian ha detto di non essere troppo preoccupato e che Yuzuru starà bene.

Qui un breve frammento delle news, che mostrano Yuzu dirigersi verso il bus che lo riporta in hotel, fa una breve corsetta e dice daijobu, ossia…sto bene, va tutto bene.

Speriamo sia davvero così! Speriamo anche che, se decide di partecipare alla gara, questo infortunio in un punto già delicato che gli ha dato tanti problemi non influisca troppo sulla sua mente e comprometta troppo la prestazione.
Non ci sono altre informazioni ufficiali, non resta che aspettare l’inizio della gara.


Aggiornamento h 12.00

Yuzuru compare nell’arena, segno che ha intenzione di gareggiare.
Ora, non dobbiamo aspettarci né record del mondo né capolavori assoluti, non dobbiamo caricarlo di questa pressione, che lui percepisce.
E’ vero che è un alieno, che sembra per molti versi soprannaturale, ma è anche vero che un episodio come quello di oggi può lasciare segni: insicurezza sulle proprie condizioni fisiche, sulla resistenza dell’arto fragile e infortunato, per quanto forse in modo lieve, incertezza per aver perso almeno metà della practice mattutina e non aver potuto provare tutto come pianificato… e forse una parte di improvvisazione, se deciderà di modificare il layout.
Sia a livello fisico che mentale potrebbe dunque non essere al top, ma sono certa che lui darà il suo massimo, tutto quello che potrà fare nelle sue condizioni lo farà. Spero solo di poterlo vedere sereno e soddisfatto alla fine della gara. Ora… dita incrociate, tifiamo con tutta la nostra forza e… ci risentiamo più tardi per gli aggiornamenti!

GANBATTE YUZU!!!!!!


Aggiornamento h 15.00

Dunque, la notizia ufficiale, e positiva, è che Yuzuru ha vinto la competizione, si è così imposto per la prima volta in carriera in entrambe le tappe di Grand Prix cui era stato assegnato. 
In seguito posterò tutti i dettagli, come sempre.

C’è però anche una notizia negativa, che mi rende molto difficile scrivere oggi questo mio post (mi sento debole anche fisicamente, ho una leggera nausea e vorrei solo una botta in testa per addormentarmi e non pensare a niente, sto proprio male), quindi vi chiedo di avere pazienza.
La notizia è che, effettivamente, durante la practice della mattina, Yuzuru si è di nuovo storto la caviglia destra, la solita caviglia destra, che ormai, dopo ripetuti infortuni e soprattutto dopo quello più serio dello scorso anno, è debole e alla minima sollecitazione cede.
Diciamo che nella caduta sul 4Loop di questa mattina la caviglia si è girata male e ha ceduto, ora la sente “debole, molle” e rischia di aggravare la situazione se dovesse cadere di nuovo male. Al momento l’infortunio non è grave come un anno fa, ma è comunque una faccenda delicata, visti i precedenti e visto che aveva appena superato quello precedente che lo ha tenuto fermo molti mesi.
Come temevo, Yuzu dice sempre che sta bene, che va tutto bene, ma non è vero, sa fingere e minimizzare con maestria, ma la realtà è che la caviglia gli fa molto male, che ha gareggiato sotto antidolorifici, che ha deciso di rischiare ma era molto probabile che non gareggiasse… e dopo la gara ha usato una stampella.

Vi posterò articoli e traduzioni, ma la situazione è questa. Domani non si sa se prenderà parte al gala, ovviamente, e non si sa nemmeno se potrà partecipare alla Finale di Grand Prix e ai Campionati Nazionali Giapponesi. Il dottore gli ha detto che deve stare a riposo tre settimane, quindi temo non ci siano i tempi tecnici per prepararsi a tali gare e lui sa benissimo che con una prestazione come quella di oggi non potrà mai vincerle.

Adesso con calma provo a selezionare e raccogliere il materiale più rilevante e lo posto, vi chiedo ancora scusa per il tenore così cupo e mesto, ma proprio non riesco, in questo momento, ad essere ottimista (ve lo dico? Ok, ve lo dico, la mia paura è che con una caviglia così ridotta, ormai molto delicata, Yuzu sia limitato in modo permanente. Già ha dovuto rinunciare al 4Lz, cui lui teneva molto. Se a causa della caviglia non può allenarsi come vorrebbe e non può fare gli elementi che desidera… il mio timore è che si veda costretto ad un ritiro prematuro e non voluto, a soli 24 anni, ecco, questo è il mio pensiero ossessivo ora).
Non è la prima volta che Yuzuru attraversa queste difficoltà, prima delle Olimpiadi non solo l’infortunio era più serio, ma anche la situazione molto più delicata e la posta in gioco più alta. Il fatto, però, che questi episodi si ripetano, il fatto che questo ragazzo meraviglioso e speciale in ogni senso, con tutta la sua grinta, volontà, forza interiore, il suo incredibile talento e la sua arte, debba sempre affrontare tanti problemi e superare tanti ostacoli è davvero frustrante.
Dobbiamo organizzare qualcosa per fargli arrivare il nostro sostegno, per dargli la forza di andare avanti nelle competizioni, di trovare sempre nuovi stimoli, di non arrendersi.
Mi sento impotente, se potessi gli darei le mie caviglie molto volentieri, lo vorrei abbracciare e dirgli che tutto si sistemerà, che non si farà mai più male, che i suoi piedi saranno forti e invincibili, che potrà fare tutto ciò che vorrà d’ora in poi. Se solo potessi farlo…
Invece sono qui a scrivere, a scrivere tutta la mia inutilità.


Partiamo con il video del free program di Yuzu: Origin:

La classifica finale, con la vittoria di larga misura di Yuzu:

free skating

Nel Kiss&Cry ha detto: “Spasiba Russia, Spasiba Zhenya-san, and I’m sorry Zhenya-san”. Ma di cosa ti scusi! Non hai niente di cui scusarti, tu hai messo l’anima e si è visto, sei stato un leone, hai preso dei rischi per poter gareggiare oggi e onorare fino in fondo la competizione, hai dato il massimo e date le circostanze non potevi fare più di così! …ed in ogni caso, tu non devi dimostrare niente a nessuno, sei semplicemente il più grande.

free skating

Il pdf con i dettagli del punteggio. Certo, ben lontano dalla prestazione pulita che si augurava ieri, ma considerate le circostanze e l’aver quasi improvvisato un nuovo layout senza nemmeno averlo provato in mattinata, ha fatto qualcosa di grandioso e ci ha messo il cuore.

free skating

I tre medagliati in conferenza stampa.

free skating

Dall’Instastory di Olympic Channel.

free skating


Come sempre, alcuni commenti dal mondo di Twitter, Facebook e Instagram:

In piedi ad applaudirlo anche Tatiana Tarasova e Alexei Yagudin, un onore e un gran bel riconoscimento per Yuzu.

Il messaggio più bello da parte dei fans, che in un giorno come oggi è ancora più significativo e commovente.

Come al solito, un po’ di foto, grazie come sempre a siti come Sponichi Annex o altre testate giornalistiche online.

free programfree program

free program

free program

free program

free program

free program

free program

free program

free program

free program

free program

free program

free program

free program

free program

free program

free program

free program

free program

free program


Dopo le interviste di rito ha incontrato Edvin Marton, il violinista che ha composto la musica da lui usata (così come da Plushenko in passato) per il suo free program.

Dall’Instagram di Edvin Marton

Dall’Instagram di Tatiana Tarasova

Dall’Instastory di Alexei Yagudin.

Con le stampelle, anzi, la stampella.

free skating

free skating


Alcune interviste TV, o riportate da articoli sul web e relative traduzioni. Grazie a tutti coloro che traducono queste parole di Yuzuru preziosissime per tutti i fans nel mondo.

Primo tweet con il link all’articolo in giapponese e relativa traduzione nelle risposte successive.

Commenti di Tatiana Tarasova, Alexei Yagudin e  Alexander Grishin su Yuzuru.

QUI   Interviste dopo la gara, tradotte sul tumblr di tadakixd. Grazie!

Ancora. Primo tweet e risposte.

Intervista a Brian Orser.

Come avete letto, Yuzuru ha confermato e rassicurato che non ha intenzione di ritirarsi e che deve fare qualcosa per il suo piede destro.
Quanto vorrei che ci fosse qualche rimedio risolutivo, che si potesse recuperare completamente la caviglia per evitare questi infortuni continui, che potesse allenarsi come desidera e provare tutti i salti che vuole, e continuare così a gareggiare quanto la sua giovane età gli consentirebbe! Se solo ci fosse una soluzione, un intervento, una cura precisa che non sia solo fisioterapia e riposo! Vi prego, aiutatelo a sistemare la caviglia!!


Ha anche detto che il medico gli ha ordinato tre settimane di riposo, è dunque difficile che possa partecipare alla Finale di Grand Prix, salvo sorprese.

E’ stato infine comunicato che non prenderà parte all’Exhibition Gala di domani, purtroppo. Non vedevo l’ora di vederlo felice e sorridente giocare con le stelle filanti dorate come l’anno scorso e poi fare la foto di gruppo facendosi sollevare da qualche robusto pattinatore di coppia! Voglio vedere quello Yuzu, con il sorriso angelico da bambino, con quei movimenti buffi e tenerissimi, carino, divertente e divertito, voglio saperlo felice e spensierato.

La cerimonia di premiazione sarà domani alle h 14.00 di Mosca (12.00 italiane), sarebbe bello vederlo almeno sul podio, ma non è dato sapere se ci sarà, per ora.

Per oggi è tutto, è stata dura. 
Domani purtroppo non seguiremo nessun gala, nel quale lui presumibilmente sarebbe stato l’ultimo a scendere in pista per esibirsi nel suo Haru yo koi.
Il blog però è sempre attivo, per aggiornarvi su ogni novità, quindi… restate sintonizzati e mi raccomando, scrivete, commentate, ditemi quello che volete per creare un dialogo!

Alla prossima, ciao ciao! 



Condividi

4 pensieri riguardo “YuzuNews 17 novembre 2018: Rostelecom Cup 2018 – Practice 3 e Free Program”

  1. Elena è stato superbo in questo programma. Mi ha fatto tanta tenerezza perché al kiss & cry ad un certo punto ha chiaramente inghiottito le lacrime e poi fatto un gran sospiro. Un incubo che si ripete per lui. Sono d’accordo di organizzare qualcosa per lui magari per il compleanno che si avvicina. La sua eleganza è imbattibile. Il suo coraggio da leone un esempio per tutti gli atleti.

  2. Già, è stato fantastico, e nel Kiss&Cry ha anche chiesto scusa, amorino. Ma che scusa, anzi, grazie a te, che ogni volta ci incanti e ci sai insegnare qualcosa! E’ unico, sempre.

  3. E’ stato difficile seguire questa gara. Conosco Yuzuru da pochi mesi e quindi non ho vissuto le fasi dell’infortunio dello scorso anno, ma mai avrei pensato di stare così male nel vederlo in queste condizioni…quando ho visto la caduta il mio cuore ha perso un battito e ho pensato: no no no…una persona come lui non merita questo. L’amarezza e il groppo in gola mi hanno accompagnato per tutta la giornata. Ma poi mi sono detta che è di Yuzuru Hanyu che si tratta, e allora a poco a poco si è fatta strada in me la consapevolezza che, nonostante le difficoltà, nonostante tutto, tornerà a incantarci con la sua magia, come ha sempre fatto, e io aspetto fiduciosa quel momento 🙂
    Grazie come sempre delle informazioni, e se volete organizzare qualcosa per lui, mi piacerebbe tanto partecipare 🙂

  4. Certo! Grazie di seguire il blog.
    Sto preparando (con un po’ di groppo in gola) il post di oggi, ma intanto ve lo anticipo qua:
    vedremo se organizzare qualcosa come blog, non so ancora, ma nel frattempo, se volete inviare un messaggio per Yuzuru anche in vista del suo compleanno potete farmelo avere come preferite. Come commento ai post, come messaggio privato o via social o come vi pare (nel caso trovate i link nella pagina Contatti del blog).
    Questi messaggi verranno montati in un video da alcune fan che lo fecero anche lo scorso anno, un video che verrà diffuso via social (e sappiamo che lui segue).
    I messaggi ovviamente devono essere in inglese, o se preferite mandarli in italiano poi verranno comunque tradotti in inglese. Grazie a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *