YuzuNews 20 settembre 2018: ACI2018 – Practice 1

Condividi


Ciao a tutti!
Siete pronti? Mi raccomando, vi voglio carichi di adrenalina ed energia positiva, perché oggi è finalmente giunto il giorno di inizio della nuova stagione agonistica per Yuzuru, con la prima sessione di allenamento ufficiale della sua prima competizione: l’Autumn Classic International a Oakville, in Ontario (Canada).

Già l’anno scorso si era detto, e lo ripetiamo, che questa gara non è particolarmente importante. Fa parte della Challenger Series, è l’unica gara di livello B cui Yuzuru prende parte ogni anno, la sua gara di apertura della stagione agonistica, ed è finalizzata ad una messa a punto, definiamola così, dei programmi.

Il risultato non ha un grande peso, ma per Yuzu si tratta di un’occasione per poter verificare il suo stato di forma e preparazione sotto pressione e anche per mostrare i propri programmi ai giudici e vedere come vengono recepiti e valutati, per poi adeguarli ed eventualmente modificare qualcosa in vista delle gare più importanti.

Dobbiamo quindi guardare in quest’ottica la gara che sta per iniziare. Non prendiamola con la pressione – tremenda – delle Olimpiadi, o di un Campionato Mondiale, ma cerchiamo di godercela al massimo, perché se c’è una competizione in cui si può davvero apprezzare il pattinaggio senza la tensione per il risultato… è proprio questa.

L’anno scorso questa gara era attesa perché era, diciamo così, il primo passo nell’avvicinamento all’appuntamento più importante in assoluto, i Giochi Olimpici di PyeongChang, ma i programmi erano entrambi già noti. Quest’anno, invece, c’è meno tensione per la stagione in sé, ma c’è una grande, spasmodica attesa, per scoprire i nuovi programmi.

Eh sì, perché Yuzuru questa volta ha preparato due programmi completamente nuovi, dei quali sappiamo davvero pochissimo.
Del programma libero abbiamo già visto una buona parte grazie alle immagini della Open Practice di fine agosto, anche se non abbiamo potuto vedere il programma completo, mentre del corto non sappiamo assolutamente niente, mistero totale, salvo il layout previsto, che sarà come nella scorsa stagione, 4S, 3A, 4T-3T.

C’è anche grande curiosità di scoprire i nuovi costumi!
Per il programma libero la maggioranza dei fans spera nel colore nero, e io mi unisco al coro, Yuzuru in total black credo sia da mozzare il fiato, letteralmente!
Sono però convinta che, qualunque soluzione abbia scelto, gli starà comunque benissimo. Lui riesce a stare bene anche con le cose apparentemente più assurde. Costumi che indossati da chiunque altro sarebbero semplicemente ridicoli, su di lui stanno comunque benissimo, costumi troppo femminili su di lui rendono al meglio e valorizzano le sue linee.
Possiamo ipotizzare e sperare quello che vogliamo, ma mi andrà bene in ogni caso, sono tranquilla!

Fatta questa lunga introduzione alla gara, passiamo a qualche informazione in merito.

Premetto che mi concentro esclusivamente sulla gara maschile.

Innanzitutto, questa è la entry list, la lista dei partecipanti:

aci2018 practice 1

Questi gli orari, aggiornati ad oggi, dell’intera competizione, comprese le sessioni di allenamento (grazie a @axelsandwich che lo ha twittato):

aci2018 practice 1

E questa è la prima practice. Yuzuru sarà nel terzo gruppo, il terzo del gruppo. Il suo gruppo scende in pista alle 14.35 ora canadese (20.35 in Italia):

aci2018 practice 1

aci2018 practice 1

Infine, QUI trovate lo streaming, che trasmetterà l’intera competizione.
Non è prevista la trasmissione delle practice, ma, dato che stanno facendo prove tecniche, può capitare che qualcosa venga trasmesso.
… E con Yuzuru siamo fortunati, perché stanno proprio trasmettendo! 

Bene, tutto pronto. Ci risentiamo dopo la practice.
A più tardi!!


Aggiornamento:  h 22.00

Practice terminata!
Emozione!!!!!!

Mamma mia, sono ancora tutta sottosopra!! Devo riordinare le idee!
Innanzitutto è stata un’emozione fortissima rivedere Yuzu in diretta sul ghiaccio durante una gara… dopo ben 7 mesi da PyeongChang!
Ho risentito scorrere l’adrenalina e ho riprovato quella felicità nel vederlo in tempo reale, insieme alla solita paura che possa farsi male (non ci posso fare niente, con lui divento mamma chioccia).

Poi…. 
Le riprese erano davvero orribili, una telecamera fissa in un angolo della pista, lontana dai pattinatori, che sembravano quasi formichine, peggio che vederla dal vivo!
Ma ci si accontenta, in fondo Yuzuru è riconoscibilissimo anche da lontano e non mi sono persa un solo suo movimento. Spero che per la gara le riprese siano diverse, anche se poi ci sarà sempre la televisione giapponese, che sono certa farà un lavoro superiore.

Innanzitutto il video del suo run-through (che, lo ricordo, è l’esecuzione dell’intero programma con la musica, anche se non è detto lo si debba eseguire integralmente). Yuzuru ha provato il programma libero, Origin, ma ha fatto davvero poco. Forse non ci vuole svelare troppo in anticipo le carte? Vuole lasciarci la sorpresa? Vuole farci schiattare d’infarto tutti insieme nel momento della gara? Yuzu è tremendo!!  

Video grazie ad Olympic Channel:

Non poteva mancare il tweet di Massimiliano Ambesi:

Nel resto della practice ha eseguito qualche salto, ma non molti, i 3A sono enormi!
Oltre a questo, ha provato la step sequence del programma corto, Otonal. Eccola qua:

Highlights… beh, sono parecchi.
Ad esempio, ma cosa non è questo movimento della testa!?! E’ intensissimo e meraviglioso! Davvero cool!

La posizione iniziale di Origin…

… e quella finale

aci2018 practice 1

Il movimento iniziale…

… e quello finale, con la trottola

Potrei dire le solite cose:
Va a 300 all’ora, è troppo evidente la differenza tra lui e tutti gli altri presenti, scivola sul ghiaccio apparentemente senza alcun attrito, in un istante passa da un lato all’altro della pista.
La sua fluidità e scorrevolezza di movimenti, la pulizia delle linee, l’eleganza della postura e di ogni gesto, la bellezza, proprio da un punto di vista estetico, del suo corpo… sono tutte cose che lasciano a bocca aperta, incantati.
Sembra davvero una creatura soprannaturale, superiore alle leggi della fisica e a ogni vincolo naturale e concreto. Lui è qualcosa di diverso, di più. 
Stupendo osservarlo mentre, prima di uscire di pista, al termine della practice, pattina rilassato e più “lento” e fa bellissime spirali. Saranno probabilmente gli esercizi insegnatigli da Tracy. Anche solo questi movimenti all’apparenza così “a riposo” e semplici sono uno spettacolo per chi guarda.
Il suo corpo è aggraziato ed elegante, i suoi movimenti sono sinuosi e fluidi, ma sa anche esprimere tanta potenza, forza e solennità. I gesti, gli sguardi, le gambe muscolose ma al tempo stesso slanciate, trasmettono un senso di potenza, di vigore, di controllo totale. E’ una sensazione netta che si prova osservandolo.

Altra cosa che ho notato, e che mi piace un sacco e mi fa tanta tenerezza, è il fatto che il nostro Yuzurino durante la practice non fa altro che parlare da solo, gesticolare e riflettere in modo molto evidente. Certamente è consapevole che tutti lo seguono, che quasi tutti sono lì per lui e non si perdono nemmeno un suo movimento, ma riesce ad essere spontaneo e naturale e infischiarsene.
Quando è in pista è nel suo mondo, è se stesso e spero che non cambi mai!

Ed ora rifacciamoci gli occhi con qualche foto!

Da www.sponichi.co.jp:

aci2018 practice 1

aci2018 practice 1

aci2018 practice 1

aci2018 practice 1

aci2018 practice 1

aci2018 practice 1

Ecco la famigliola riunita: Tracy, Brian, Ghislain e Pooh!

aci2018 practice 1

aci2018 practice 1

aci2018 practice 1

Altre foto:

aci2018 practice 1

aci2018 practice 1

aci2018 practice 1

aci2018 practice 1

aci2018 practice 1

Dopo la practice c’è stato il sorteggio per stabilire l’ordine di discesa in pista per il programma corto di domani:

Yuzuru sarà il terzo dell’ultimo gruppo.

Nota a margine:

Samuelj Mccallister, pattinatore irlandese, ieri era emozionato per il fatto di essere nello stesso gruppo di Yuzu per la practice di oggi….

… ed oggi è riuscito a farsi una foto insieme a Yuzu! Grande!

Johnny Weir oggi ha twittato che è molto emozionato nell’attesa di vedere il programma corto di Yuzu, Otonal (che, lo ricordo, è stato ispirato dal programma sulla stessa musica pattinato da Johnny nel periodo dal 2004 al 2006).

Prima di salutarvi, vi ricordo che domani ci sarà la seconda sessione di practice ufficiale, nella quale la discesa in pista sarà la stessa stabilita per il programma corto e in cui i pattinatori dovranno obbligatoriamente provare il proprio programma corto.
Questa sessione di allenamento inizierà alle h 8.15 canadesi (14.15 in Italia, ma ricordate che Yuzu pattina nell’ultimo gruppo!).

La gara vera e propria del settore maschile, con il programma corto, inizierà invece alle h 13.13 canadesi (19.13 per noi, tenendo sempre presente che Yuzuru è nell’ultimo gruppo, quindi più tardi).

Detto questo, vi aspetto domani per tutti gli aggiornamenti.
A prestissimo, 

Ciao ciao!  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Condividi