YuzuNews 12 giugno 2019: P&G Talk Show feat. Yuzuru Hanyu

P&G talk show
Condividi


Buonasera a tutti!
Domani ci ritufferemo nell’ultima tappa del tour Fantasy on Ice e “andremo” a Toyama, ma oggi bisogna concentrarsi su un altro appuntamento importante, un’opportunità imperdibile per tutti noi fans di conoscere meglio il nostro Yuzurino e un’ottima opportunità per lui di parlare a noi in modo diretto, senza la mediazione dei media.
Si è tenuto infatti a Tokyo, presso un Cinema AEON, un talk show offerto ed organizzato dalla P&G (una multinazionale diffusa in tutto il mondo a cui appartengono famosi marchi di prodotti di vari tipi, da quelli per l’igiene orale a quelli per la pulizia della casa e così via, che è il principale sponsor di Fantasy on Ice e anche uno dei principali sponsor di Yuzuru ormai da diversi anni).

A questo talk show ha preso parte, come ospite a sorpresa, anche Shuzo Matsuoka, ex tennista, ora commentatore e presentatore in ambito sportivo, che da anni ha un ottimo rapporto con Yuzuru e si è mostrato uno dei suoi più entusiasti sostenitori. Con lui Yuzu è sempre molto rilassato e naturale, ottima cosa dunque che ci fosse proprio Matsuoka san a sostenere la conversazione.

Questo talk show è durato circa un’ora, dalle h 16.00 alle h 17.00 (h 9.00-10.00 in Italia) e vi hanno potuto assistere circa 10.000 persone in tutto il Giappone, in 40 diversi cinema AEON sparsi per tutto il Paese. Queste persone sono state estratte come vincitori di un concorso indetto svariati mesi fa dalla P&G (non ricordo esattamente di cosa si trattasse, ma suppongo che per ogni tot yen di spesa si potesse avere una cartolina da compilare per partecipare all’estrazione).
Chi lo desiderava poteva proporre le proprie domande per Yuzuru scrivendole su Twitter con questo hashtag:  #PGメッセージ  (che significa Messaggio PG).

Dopo questa breve introduzione… entriamo nel vivo e vediamo cos’ha detto Yuzuru!

Prima però vorrei ringraziare:
– tutte le fans giapponesi che hanno prontamente condiviso i loro report (era vietato twittare e postare qualcosa durante la trasmissione del talk show, ma era consentito farlo senza limiti o restrizioni una volta finito). Alcune hanno addirittura frettolosamente preso appunti nel buio della sala per potersi ricordare tutto!
– le fans che hanno fatto disegni e schizzi per mostrarci com’era vestito Yuzuru e com’era l’ambientazione: Yuzu e Shuzo seduti ad un tavolino con sopra dei fiori. Grazie perché, soprattutto in mancanza di video e foto, questi disegni sono preziosissimi!
– le fans che, come sempre, traducono le informazioni e i report in inglese, permettendo a tutti noi di poter leggere ed essere a conoscenza di ogni cosa. In particolare ho utilizzato per scrivere questo post le traduzioni di:
@echotpe, @axelsandwich, @juronom, @tsubakindy, @Iron_Klaus.


Yuzuru indossava dei pantaloni celesti (non so se fossero jeans o meno), una giacca turchese e una camicia come vedete nel disegno. Cintura e scarpe bianche.

Cerco di riassumervi i vari argomenti trattati e le risposte, sperando di non tralasciare niente. Non so però in che ordine siano state dette queste cose, perdonatemi.
Le righe scritte in blu sono invece i miei pensieri e le mie considerazioni, per quanto possano interessare…

Sul quadruplo Lutz:

  • Prima che iniziasse FaOI aveva già ripreso a saltare il 4Lz e riusciva bene, ma mentre, nello stesso periodo, allenava il 4A si è storto la caviglia sinistra ed è dovuto stare fermo una decina di giorni. Si è scusato con i fans per non essere riuscito a mostrare il 4Lz come avrebbe voluto.
  • Sempre riguardo al 4Lz, ammette che dopo l’infortunio aveva paura di saltarlo. Sa che anche noi siamo preoccupati, anche perché sicuramente abbiamo visto e rivisto le immagini della sua caduta (quella che causò l’infortunio). Ci assicura però che ora lui ha superato la paura e non ha più timore di farlo, è tutto a posto, quindi, ha detto, dobbiamo stare tranquilli anche noi.
    Partiamo dal presupposto che, in teoria, dovremmo ancora essere nel periodo della riabilitazione o alla fine di essa. Nella pratica, invece, lui ha già allenato il 4Lz fino a riuscire a farlo bene e addirittura ha allenato il 4A (e qui ho la conferma di quanto avevo ipotizzato – e scritto – quando uscì quella foto dal TCC insieme allo specialista dell’harness). La voglia di combattere e sfidare se stesso, il desiderio di rendere tutti contenti e soddisfatti, oltre a sé, il suo entusiasmo, il suo amore totale per ciò che fa, la sua perseveranza a dispetto di tutto, la sua tenacia e grinta… e anche e soprattutto la forza e il coraggio nell’affrontare tutto questo con un evidente problema fisico e il rischio costante, sono qualcosa di incredibile e che gli fa meritare tutta l’ammirazione che abbiamo per lui (non solo per questo, ovviamente!).
    E’ riuscito ad affrontare e vincere la sua paura, comprensibilissima, per il salto che gli ha causato così tante difficoltà e sofferenze e che in qualche modo gli ha stravolto tutti i piani da quel 9 novembre. Ha superato ogni timore e ha riatterrato un salto che quasi tutti pensavano di non vedere mai più da parte sua. Non solo, sta già allenando di nuovo e seriamente il 4A, non si ferma mai, non si riposa mai, il fuoco arde e lo spinge sempre oltre.
    Non deve scusarsi di niente con nessuno, anzi, abbiamo assistito alla sua battaglia per quel salto e abbiamo gioito tutti insieme quando finalmente lo ha atterrato bene nell’ultimo giorno di Kobe. Ci ha come sempre regalato forti emozioni.

Sulle fan art:

  • Sulla questione fan art che è circolata in questi giorni sui social (non ve ne ho parlato perché, come ben sapete, nel mio blog NON VOGLIO POLEMICHE  di nessun tipo, voglio inviare a Yuzuru solo vibrazioni positive e penso che sia ciò che tutti noi fans dovremmo fare, per il bene suo, innanzitutto, e per educazione e rispetto, per un mondo più civile, come lui stesso ci insegna; comunque, in estrema sintesi, giusto per farvi capire il contesto: nei giorni scorsi qualcuno ha scritto su un blog (credo giapponese) che raffigurare Yuzuru nei panni di Shinji Ikari di Evangelion è una mancanza di rispetto nei suoi confronti, perché lui è una persona reale e non un personaggio degli anime, e si invitava a non postare tali fan art, così svariati fans avevano cancellato i propri post o reso privati i propri account) Yuzuru si è espresso molto chiaramente e direttamente, senza esitazioni, dicendo che lui AMA le fan art e che durante i momenti difficili e faticosi, anche negli show, si sente sostenuto e incoraggiato e riceve energia da queste dimostrazioni di affetto. Ha detto che farà del suo meglio, cercherà di non farsi male e ancora una volta ci ha chiesto di continuare a sostenerlo.
    Yuzuru ci conferma ancora una volta, se mai ce ne fosse bisogno, che legge e segue tutto, che sa tutto e che è dalla nostra parte e riesce a capire quando le cose sono fatte per affetto o per interesse. Ha parlato delle fan art con estrema decisione, proprio come se volesse parlarne fin da prima e far sapere il suo parere. Lui non ha account pubblici sui social, ma legge tutto e sa come inviarci i suoi messaggi. Trova sempre il modo per far capire, a chi vuole e può capirlo, cosa davvero gli preme. Noi fanyus sappiamo come interpretare le sue parole e ci sentiamo ancora più uniti a lui, probabilmente più di altri fandom i cui idoli sono sui social. Va bene così.

Su Masquerade:

  • Yuzu vede Masquerade e Crystal Memories come una sorta di Gemelli. 
  • Masquerade è stato coreografato da Shae-Lynn Bourne (mentre Crystal Memories da David Wilson). In quel periodo (presumo a Toronto prima dell’inizio di FaOI) Shae-Lynn era infortunata, così gli ha inviato un video mostrandogli la coreografia, lui l’ha quindi analizzata per tutta una notte, dall’1 alle 4, l’ha modificata, personalizzandola e vi ha aggiunto le modifiche che ha ritenuto opportune. Ha detto che qualcosa nella coreografia cambierà nella tappa di Toyama, e per questo ci invita a guardarla.
  • Il costume è stato modificato dopo la prima tappa (e non pochi fans avevano detto di preferire la prima versione in simil pelle). Yuzuru ha ammesso che gli piaceva di più quello indossato a Makuhari, ossia il primo, ma che la pelle era molto rigida e faceva troppo caldo, così è stato costretto a sostituirla con un altro tessuto.
  • Non è in programma un “utilizzo” di Masquerade al di fuori di Fantasy on Ice, ma non ci sono certezze per ora.
  • In parte il programma riguarda il suo dover indossare sempre la maschera da “Yuzuru Hanyu” e la sua volontà di togliersi quella maschera ed essere se stesso, ma soprattutto cerca di interpretare il testo e i sentimenti di ToshI.
    Come avevo già scritto in qualche post precedente, AMO Masquerade, ormai non so quante volta io abbia visto e rivisto il video, ne sono rapita. Pochissimi giorni prima dell’inizio di Fantasy on Ice, chattando in privato con un’amica, le scrissi: “Mi piacerebbe tantissimo se Yuzuru presentasse di nuovo il Phantom of the Opera, anche solo come esibizione, magari vestito di rosso e nero e con i capelli all’indietro come in Let’s Go Crazy”. Potete dunque immaginare la mia reazione quando ho scoperto il tema di Masquerade e il suo look. La musica non è quella originale del Phantom of the Opera, ma anche la canzone di Toshi mi piace molto, ed in ogni caso il tema interpretato da Yuzu è sulla linea del Phantom.
    Mi dispiace che molto probabilmente non verrà usato come esibizione durante la stagione agonistica, ammetto che ci speravo, però sapevo anche che lui non ha mai usato musiche cantate in Giapponese al di fuori del Giappone, quindi non mi ero fatta troppe illusioni. Certo… se decidesse di usare Crystal Memories si tratterebbe della prima volta di parole giapponesi all’estero anche in quel caso. Mi dispiace, ma spero di poterlo rivedere in futuro e spero ancora nella musica originale Fantasma.
    Per quanto riguarda il costume, ho potuto vedere solo la prima versione, dal momento che ad oggi sono stati trasmessi solo il giorno 1 e 2 di Makuhari (o meglio, il giorno 2 ma con l’aggiunta del suo programma del giorno 1) e mi è piaciuta tantissimo. La pelle dava un aspetto molto rock-punk, nuovo in lui, se poi lui stesso sostiene di preferire quel costume… allora dev’essere proprio migliore, ma logicamente nel pattinaggio la cosa più importante è la comodità, quindi ben venga la versione più leggera e fresca.
    Il fatto che, almeno in parte, percepisca la musica come il suo indossare una maschera pubblica e voler invece essere se stesso… mi rattrista e lo avevo già immaginato quando lessi il testo della canzone il primo giorno, ci vedevo proprio quella situazione e sono certa che sia difficile da sostenere per lui. Per questo motivo sono grata ogni giorno che abbia un ambiente di allenamento (e mi riferisco a Brian, Tracy e Ghislain, più che agli attuali compagni di training) che gli consente di sentirsi protetto, coccolato e al sicuro e, soprattutto, una famiglia in cui sentirsi davvero a casa, in cui parlare, muoversi e agire come Yuzu, e non come Hanyu Yuzuru, in cui tornare quel ragazzino che era prima della grande fama e sentirsi libero e sereno. Finché potrà ritrovare quel guscio di sicurezza e comfort potrà affrontare tutto il resto con le spalle coperte. 

Sul tempo libero:

  • A Yuzu piace stare in casa e ama anche mangiare a casa, sia quando è a Toronto che quando è a Sendai. Gli piace mangiare lentamente, rilassato e con le gambe distese e spesso mentre mangia guarda la televisione. A volte segue il pattinaggio di figura e lo fa in modo attento e con lo sguardo serio (tipo da killer).
    A parte il fatto che mi fa morire dal ridere immaginarlo mentre mangia le sue ciotole di riso con lo sguardo assassino… … devo dire che in questo mi somiglia molto. Non tanto per la TV, quanto per l’amare di stare in casa. A Toronto potrebbe uscire liberamente, non è così noto da essere disturbato per strada (anche se qualche problema con i fans lo ha avuto anche lì, dovendo chiamare Brian perché lo andasse a prendere in macchina ed evitando così i mezzi pubblici dato che i fans lo aspettavano alla fermata) e va con la mamma a fare la spesa senza problemi, ma semplicemente ama starsene in casa e rilassarsi. In altre occasioni ha detto che gli piace leggere, giocare con i videogames anche fino all’alba, dormire fino a tardi la mattina, quando può, senza contare lo studio ecc. Anch’io sono sempre stata così, dovendo scegliere tra uscire per locali o semplicemente “andare in giro” con gli amici e restare in casa a leggere, scrivere, disegnare o fare altre cose di mio interesse, ho sempre preferito la seconda, trovando molto più gratificante passare il mio tempo in un modo costruttivo e stimolante, logicamente secondo il mio punto di vista.
    Yuzuru è l’anti divo per eccellenza. Non si è montato la testa, non ama farsi vedere, non ama la vita mondana, non ama la vita da star e le stravaganze; fuori dal ghiaccio è un ragazzo normalissimo. Anzi, non proprio normalissimo, è un piccolo genietto colto e dal cuore grande.

Sulla lingua inglese:

  • Shuzo ha chiesto a Yuzuru se gli piace parlare Inglese. Yuzu ha risposto che odia parlare Inglese, ma nelle conferenze stampa si sforza di farlo perché pensa a come potrebbe giudicarlo la gente sapendo che vive in Canada da 7 anni.
  • Shuzo allora gli ha chiesto se nei suoi sogni sa parlare Inglese. Yuzu ha risposto che nei sogni lui parla sempre e solo Giapponese, anche con gli stranieri e tutti lo capiscono senza problemi. Nei sogni anche Shae-Lynn e Jeff parlano Giapponese, così lui può comunicare con loro in modo molto più facile ed esprimere al meglio tutto ciò che pensa.
    Il nostro genietto studioso ha un punto debole, l’Inglese, ma questo non fa altro che renderlo più “umano” e simpatico! Non trovate?
    Yuzu! Non ti servirà direttamente, ma sappi che prima o poi io riuscirò a parlare Giapponese! Se vuoi farmi da maestro o chiacchierare con me come nei tuoi sogni fai con Jeff e Shae-Lynn contattami pure!! Ah, però io non so coreografare e sono una frana con i pattini, se per te va bene lo stesso…. ma ti assicuro che a parlare non mi ferma nessuno! 

Sulla fatica e l’impegno negli show:

  • L'”argomento” l’ho aggiunto a mia discrezione perché non so in che momento e in che contesto ne ha parlato, comunque… riguardo gli spettacoli, Yuzu ha spiegato che fin da quando era in categoria Junior uno dei suoi limiti principali è sempre stata la resistenza fisica, così anche durante gli show, quando agli altri basta dare l’80% lui deve invece spremere le proprie energie e dare il 150%, motivo per cui è così esausto che spesso dorme tra un’esibizione e l’altra, durante le pause, e che quando lo spettacolo finisce non riesce nemmeno a mangiare.
  • Shuzo gli ha allora detto, come consiglio, che non dovrebbe mettere così tanta energia in ogni esibizione, ma Yuzuru ha fatto notare che ci sono persone che possono assistere allo spettacolo solo un giorno, per cui lui vuole dare ogni volta tutto quello che può.
    Mi dispiace che Yuzu ancora non abbia superato il problema della resistenza fisica. In realtà credo sia mooooolto migliorato con il tempo, soprattutto a partire dal 2015 non si vede più affannato e con la bocca aperta in cerca di ossigeno quando finisce i suoi programmi. Il miglioramento nelle skating skills, come ha spiegato lui stesso, gli permette di pattinare in modo meno faticoso, sfruttando meglio i fili e trovando maggior velocità con meno spinta, ma evidentemente ancora non basta. Forse questa sua fatica è dovuta all’asma, non saprei, potrebbe essere un’ipotesi.
    Che lui dia tutto se stesso ogni volta, addirittura nell’Opening e nel Finale, è più che evidente ed è un piacere per gli occhi. Trasmette tutto il suo amore per questo sport e per questa arte e ci rende tutti partecipi.
    Infine, da sottolineare come pensa sempre al pubblico, ai suoi fans – ma non solo, ne sono certa -. Pensa a chi non può permettersi di assistere dal vivo a competizioni e show, pensa a chi ha i posti più lontani, al costo eccessivo dei biglietti (nel suo show CiONTU costavano decisamente meno rispetto al solito, per sua volontà) e, in questo caso, a chi può assistere ad un solo spettacolo.

Sulla sconfitta ai Mondiali 2019:

  • In occasione delle Olimpiadi ha dato tutto ciò che poteva, ha fatto del suo meglio e ha lasciato il resto al destino, riuscendo a vincere. Ai Mondiali di Saitama ha fatto la stessa cosa, si è impegnato altrettanto, ma questa volta è stato sconfitto, si vede che era destino e deve accettarlo.
  • Ha detto che odia perdere ed è arrivato addirittura a odiare perdere in qualsiasi cosa, anche nelle discussioni in famiglia. Lo ha notato quando è tornato in Giappone per Fantasy on Ice, non vuole perdere nemmeno mentre parla con la famiglia. Shuzo allora gli ha detto che è consigliabile per lui non sposarsi mai, perché nel matrimonio ci sono tanti momenti in cui è meglio perdere.
    Che Yuzu sia un “animale” da competizione lo si sapeva già. Se ha superato tutto ed ha ottenuto tanto è anche per questa sua peculiarità.
    Dei Mondiali di Saitama ho già parlato a lungo e non voglio ripetermi, è stato triste non vederlo vincere, soprattutto perché se lo sarebbe meritato in considerazione del VERO pattinaggio, ma la sconfitta gli ha dato quella scossa che probabilmente in questo momento della sua carriera gli serviva per capire cosa davvero vuole.

Altro:

  • Shuzo ha chiesto a Yuzuru se gli piace ancora Ultraman. Sì, gli piacciono Gaia e Agul
  • Ha detto che sono successe alcune cose spiacevoli durante FaOI ma lui preferisce non parlare ed esprimere i suoi sentimenti e i suoi pensieri attraverso il pattinaggio.
  • Quando era un atleta Junior, così ha detto, era solito rispondere sempre ai messaggi e alle lettere dei fans, ma ora non può più farlo perché sono troppi e desidera trattare tutti allo stesso modo. Per questo motivo è grato di avere questa opportunità di parlare direttamente ai propri tifosi senza alcun intermediario come i media. Shuzo ha fatto notare come spesso nelle conferenze stampa o nelle altre interviste, i media tagliano e modificano le frasi che così possono essere fraintese o non pienamente comprese.
  • Ha poi affermato che lui ha dato tante preoccupazioni ai suoi fans e, così come loro cercano sempre di proteggerlo, anche lui vuole proteggerli, ed è sembrato davvero intenso e commosso mentre lo diceva.
    Parte super commovente. Ancora una volta ha ribadito che tiene una certa distanza dai propri fans non per disinteresse o freddezza, ma per poter trattare tutti con equità, anche quelli che per le più svariate ragioni non possono assistere dal vivo alle gare e agli show. I fans sono tanti e non potrebbe rispondere a tutti, così preferisce non rispondere a nessuno, per non fare preferenze e magari mettere anche in difficoltà quei pochi fortunati, che non potrebbero dirlo in giro perché verrebbero forse bullizzati, per invidia o perché non sarebbero creduti.

    Lo ammetto, ma sono certa di dire una cosa scontata: poter comunicare con lui sarebbe un sogno, ma non perché lui è famoso, è la star e io voglio sentirmi privilegiata, no! Non so nemmeno io come spiegarlo, mi piacerebbe, pur nella mia insignificante inadeguatezza, poterlo aiutare in modo diretto, fargli sentire il mio supporto, ma questo è il sogno di tutti noi fans, credo, no?
    Ebbene, se per assurdo dovesse realizzarsi una situazione simile… io non direi niente a nessuno, non certo per tenermi questo privilegio tutto per me, ma per rispettare la sua volontà! Questo significherebbe, ovviamente, non solo non dire di aver avuto l’opportunità di comunicare con lui, o di aver ricevuto un suo messaggio, ma anche non dire cosa lui ha detto, proprio per rispettare integralmente la sua privacy! Non credete?
    Ecco, il punto sta sulla fiducia: perché mai lui dovrebbe fidarsi di uno di noi? Io non so se mi fiderei…
    Credo che un VERO fan sia quello che pensa all’interesse della persona che supporta, alla sua salute/felicità/successo, che si augura il meglio per lei/lui e vuole aiutarla/o in ogni modo possibile, non quello che cerca il proprio piacere o il proprio appagamento personale.
    Con questo non intendo dire che non si possa cercare anche la propria soddisfazione aiutati da questo affetto per lui. Io, per esempio, sono stata spinta ad aprire una pagina Facebook e questo blog, e ne traggo soddisfazioni quando vedo che i lettori apprezzano ciò che faccio. Ho anche qualche progetto riguardante oggettini ispirati a Yuzuru che forse metterò in vendita. Ma questo è normale e credo sia giusto. Yuzuru mi/ci ispira, ci può rendere persone migliori. Se seguiamo il suo esempio e, grazie a lui, realizziamo i nostri sogni e creiamo il nostro futuro… credo che lui non possa che esserne felice.
    Diverso è sfruttare la sua immagine e la sua fama e, cavalcando l’onda, mostrarsi suoi fans per trarre dei vantaggi.
    Sto divagando. Tornando in topic,  Yuzuru non comunica direttamente con i fans. Yuzuru non ha nemmeno social networks, o almeno non ha account pubblici e questa a molti sembra una mancanza. Invece io credo che faccia benissimo a tenersi fuori da tutto il caos dei social, almeno in senso “attivo”, cioè, non partecipando. Eppure sa tutto, legge tutto, vede tutto e capisce tutto. Come ho già scritto poco fa parlando delle fan art, sa come farci arrivare i suoi messaggi, e chi gli vuole davvero bene, lo segue con autentico interesse e tiene veramente a lui sa capirlo. Cosa intendo?
    L’accenno alle cose spiacevoli significa che è al corrente di tutta la confusione di questi giorni e anche del fatto che qualcuno lo abbia accusato di non aver detto niente (che poi… quando avrebbe dovuto dire qualcosa?!) e ha risposto in modo impeccabile: lui si esprime con il pattinaggio. E’ un atleta, un artista, quindi… quando lo guardate pattinare lasciate che le sue emozioni vi arrivino, è ciò che lui desidera.
    Il riferimento al fatto che noi fans lo proteggiamo è sempre relativo a questo “qualcosa di spiacevole” che è accaduto durante FaOI (anche di questo non ho parlato per non creare malumori e polemiche, non bisogna dare a queste cose più importanza di quanta ne abbiano e ignorare credo sia il modo migliore per bloccare certi atteggiamenti, me ne scuso ma è la scelta di questo blog. Si tratta di una lettera di odio lasciata nello scatolone di uno dei pattinatori, mostrata su Instagram e per la quale sono stati accusati tutti i Giapponesi e tutti i Fanyus, e anche Yuzu per non aver condannato pubblicamente l’atto. Ci tengo a precisare che scrivere una lettera del genere è IMPERDONABILE e INGIUSTIFICABILE! Questo è ovvio, non voglio e non bisogna accettarlo, ma neanche accusare un’intera categoria di persone per il comportamento di qualcuno, che non si sa nemmeno se davvero appartiene a quella categoria). Noi abbiamo cercato di proteggerlo, è vero, e lui ci ha fatto capire che lo sa, che lo apprezza e che è con noi.

Mi fermo qui, anche se potrei continuare per ore. Mi scuso con tutti voi per questi miei monologhi infiniti.
Solo un’ultima cosa, anzi due.
Voglio pensare, voglio credere, devo credere, che Yuzuru stia conducendo la vita che davvero desidera, che sia felice e che possa continuare ad esserlo, ora e sempre di più in futuro. Spero che possa realizzare i suoi sogni e sentirsi appagato in ogni fase della propria vita e della propria carriera, che sia soddisfatto di se stesso e sempre circondato dal rispetto, dall’affetto e dall’amore che merita.
So che ha dovuto rinunciare a tante cose: a un’adolescenza “normale”, a stare con gli amici, a uscire quando vuole e dove vuole e non dover rendere conto a nessuno, a poter pensare solo a se stesso senza dover sostenere la pressione e le aspettative di centinaia di migliaia di persone se non di più, ma lo sappiamo, ogni cosa ha un prezzo, è così per tutti. Lui sicuramente lo sa e ha fatto la sua scelta, nessuno lo ha obbligato, ha seguito ciò che voleva e lo sta dimostrando, continuando anche quando avrebbe potuto benissimo ritirarsi e vivere di rendita con la fama ottenuta. Pattinare è la sua vita e per il pattinaggio ha rinunciato a tante cose, ma lo ha fatto proprio per essere felice. Quindi… sì, quando sappiamo di suoi momenti di tristezza o difficoltà ci dispiace, ma speriamo che lui sia contento di ciò che fa e aiutiamolo in ogni modo possibile!
Ultima cosa: Siamo fortunati a vivere nella stessa sua epoca, a poter partecipare in diretta al suo viaggio, cerchiamo di capire questa cosa e facciamolo conoscere a più persone possibile, perché conoscerlo non può fare che bene. Siamo fortunati ma dobbiamo cercare di meritare lui e questa fortuna! Quindi… facciamo del nostro meglio!


Questo è – credo – un ricordo distribuito ai presenti.

Anche Nekomasamune (la mascotte di Sendai) vuole proteggerlo.

Se vi fa piacere, non esitate a lasciare qui sotto i vostri commenti!!


Chiudiamo il post di oggi con novità editoriali in arrivo! Evvai!!
Come sempre, si possono acquistare su Amazon.co.jp ai seguenti link (clic sull’immagine di copertina).

フィギュアスケートMemorial
Dedicato al pattinaggio maschile negli ultimi 30 anni.
In uscita il 14 giugno.

p&g talk showp&g talk show

Fantasy on Ice 2019 Official PhotoBook 
In uscita il 6 settembre.

p&g talk show

A luglio uscirà anche il nuovo Photobook by Nobuaki Tanaka (Ice Jewels) dedicato alla stagione 2018-2019 di Yuzuru. Al momento non si trova su Amazon, ma vi terrò aggiornati!

P&G talk show

Il 19 settembre usciranno anche i calendari della Stagione 2019-2020 di Yuzuru. Anche questi non sono ancora disponibili su Amazon, ma vi informerò non appena ci saranno novità.


Anche per oggi è tutto. Alla prossima.
Ciao ciao!



Condividi

Autore: EleChicca

Italian. I like Japan, cats, fashion dolls, anime&manga, figure skating and a lot of other things, but, above all, I LOVE Yuzuru Hanyu! 🥇💖

6 pensieri riguardo “YuzuNews 12 giugno 2019: P&G Talk Show feat. Yuzuru Hanyu”

  1. Dear Elena, you forgot me everything! What does that mean, that I already think that he reads our messages if you say he knows everything, so does he understand? If God gave us a hand in our heads at all!
    Anyway, I say with my heart that I support him now and in the future of his career, from all my heart and I pray for him to be healthy, happy and to do what he likes the most, for as long as possible!
    That,s what it means to be a fan, to want the good of your idol without any pretense! With him life seems easier and better than trouble( I mean my mother died 2 months ago on April 10! God forgive her! Again and again the thought of Yuzu on this earth has strengthened me and made me more easily over the great loss! If Yuzu did not exist, I was not much longer!
    Good bless him for the joy he gives us, he gives me a good look, when I see him and I see him every day on your blog!
    Let God stand for a long time on ice, enjoy his presence and his performance!
    I am close to them very far away I can transmit them mentally from my energy and emotions!
    Be healthy Yuzu, we love you and admire you above words!

    1. Oh Lily, wonderful words, as usual, thank you! Totally agree with you! You know… Yuzu helped me in the same way when my mother dead 4 years ago, so… I can understand you very well!
      Just this part of your comment I could not understand well, could you explain it to me? Please: “Dear Elena, you forgot me everything! What does that mean, that I already think that he reads our messages if you say he knows everything, so does he understand? If God gave us a hand in our heads at all!”
      Thank you for following my blog!

  2. Gia’…la maschera di Hanyu Yuzuru…sempre essere il più bravo, il piu’ saggio, il piu’ kawai
    D’accordo che gli viene naturale, ma chissa’ cosa sente veramente dentro di lui, oltre il pattinaggio, oltre noi tutti suoi fans di tutto il mondo… alle volte ci ho pensato, quali saranno i suoi progetti e i suoi sogni per la sua vita…alle volte ho pensato che è una persona fragile, come tutti gli artisti e che si finge forte con quel suo ritmo maniacale di allenarsi sempre di più
    Vedo e rivedo i suoi bellissimi programmi delle stagioni passate, ognuno una gemma preziosa che scintilla anche dopo anni. Poi rivedo altri campioni famosi, ma non c’è paragone con lui.
    Che diamine ‘sto ragazzo è proprio unico

      1. I wanted to say I,m surprised by this news and something else came out!
        (Translation with Google what to do?)
        I had no way of knowing that he was taking the time to read our messages
        is a sensational novelty! Wow my girl, then he who is so sensitive to the love
        of fans knows and feels intense how hard it is to look at him from afar, home
        on the TV screen, without being in the competition arena!
        Because there is no comparison to be there in the competition, to see him
        close in the flesh and bones, to feel the emotions of the contest, to enjoy his
        presence and his art live!

        1. Oooh ok, understood! Yes, true!!
          Yes, he cares about all of his fans, those who can go to competitions and shows and also those who follow him through TV or Internet, with the same deep love! He asked all of us to keep fighting with him, and that’s what we will do, for sure! Right?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *