YuzuNews 22 settembre 2018: ACI2018 Practice 3 e Free Program

Condividi


Buongiorno a tutti!
Eccoci alla terza ed ultima giornata di gara al Sixteen Mile Sports Complex di Oakville, Ontario (Canada), dove si sta svolgendo la prima competizione della nuova stagione agonistica per Yuzuru Hanyu, l’Autumn Classic International.

Yuzuru è primo in classifica provvisoria, al termine del programma corto, con il punteggio di 97.74, seguito dal coreano Jun Hwan Cha e dallo statunitense Jason Brown, entrambi suoi compagni di allenamento al Toronto Cricket Curling & Skating Club.

Tra poco inizierà la terza ed ultima sessione di allenamento ufficiale e nella serata italiana ci sarà la conclusione della gara con il programma libero maschile. 
Trovate tutti i dettagli, i modi per vederlo in diretta e gli orari nel mio post precedente, QUESTO

Così come quello di ieri, anche questo post sarà in costante aggiornamento, nel tentativo di raccogliere tutto il materiale più rilevante ed interessante a disposizione.

Tutti pronti a fare il tifo e sostenere con energia il nostro Yuzurino?? Allora… seguiamo la practice! A più tardi!


Practice 3

Ecco qui il run-through del programma libero, pattinato da Yuzuru poco fa durante l’ultima sessione di allenamento. Ora non ci resta che incrociare le dita e restare in attesa della gara! 

Questo il commento, immancabile, di Massimiliano Ambesi:

Anche su Facebook Max ne ha parlato:

 Vi ricordo che questa sera l’ultimo gruppo scenderà sul ghiaccio per il warm-up alle 20.26, mentre Yuzuru pattinerà alle 20.55 e il tutto potrà essere seguito in live streaming QUI

Forza Yuzurino, siamo tutti con te! GANBATTEEEEEE!!!!!!  


Free Program

Prima di parlare della gara, vi propongo una interessante intervista a Shae-Lynn Bourne, la coreografa di Origin, che ci spiega com’è nato questo programma e ciò che l’ha ispirata, molto utile per capire il senso profondo che sta dietro la mera prestazione “atletica”.

La gara si è conclusa e Yuzuru ha vinto.
Innanzitutto, questo è il video del suo programma libero, Origin, registrato dal web streaming:

Questa è invece la versione trasmessa da Asahi TV, con riprese diverse, backstage e intervista finale.

Immediata l’analisi di Massimiliano Ambesi, su twitter…

e su facebook.

Yuzuru HANYU, per la terza volta in quattro partecipazioni, si è imposto nell’Autumn Classic International, gara di ritorno alle competizioni dopo sette mesi di stop.
Nel programma libero (165.91), è apparso fin da subito contratto e, dopo avere archiviato una prima parte senza sbavature (4Lo, 4T, 3Lo ben eseguiti), è andato fuori asse sul quadruplo salchow cadendo e, a seguire, ha aperto in volo quello che sarebbe dovuto essere un quadruplo toeloop. Ha chiuso la prova con una combinazione 3A+2T e con un 3A, elementi non caratterizzati dalla consueta qualità, ma comunque meritevoli di un grado di esecuzione positivo.
Nel complesso, un buon inizio caratterizzato dalla conferma di avere ormai recuperato l’importante quadruplo rittberger.
Per ora, il layout dei salti pianificato prevede 4 quadrupli e 5 tripli (4Lo, 4T, 3Lo, 4S+3T, 4T+euler+3S, 3A+2T, 3A).
Strada facendo l’intenzione è di passare a 5 quadrupli e 4 tripli (4A, 4Lo, 4T, 4S+3T, 4T+euler+3S, 3A+2T, 3A).
Work in progress.
(QUI il post originale) 

Pannello tecnico e pannello dei giudici.

Classifica finale

e PDF di Yuzu

Ancora problemi sulle trottole, 4S caduto, ultimo 4T realizzato solo doppio e gli altri salti non belli come al solito.
Mi è parso molto teso, meno fluido rispetto alla practice, e nella seconda parte anche molto stanco, alla fine quasi ha faticato a rialzarsi. 
E’ evidente che dal punto di vista psicologico venire da una vittoria così importante come le Olimpiadi e dopo 7 mesi di pausa dalle competizioni ha avuto il suo peso, fisicamente è ovviamente in ritardo di preparazione. Non dimentichiamoci che ha dovuto passare tutta l’estate, tra uno show e l’altro, con un infortunio alla caviglia, e che solo da poco ha potuto ricominciare ad allenarsi a tempo pieno e a riprendere tutti i quadrupli (e ancora adesso esclude flip e lutz). Per questi motivi non c’è da meravigliarsi che non sia in piena forma.


La reazione del pubblico quando Yuzu si è tolto la giacca e ha svelato il nuovo costume!

Mentre usciva dalla pista ha raccolto una parte dei regali che gli sono stati lanciati, un gesto che non faceva da anni, che carino!!

Sul Kiss&Cry con Ghislain. Yuzuru Hanyu dal Canada!?!? 

Tweet di Jeffrey Buttle…

...e di Johnny Weir

Aspettando la premiazione, Yuzuru si intrattiene con Jun Hwan Cha e dice qualcosa in coreano, pare qualcosa tipo “forza, ancora!”.

Cerimonia di premiazione.

Qui ripresa frontalmente da una fancam.

Yuzu, rassegnati, sei il più basso! 

Ovviamente, come ogni anno, ha dovuto annusare la medaglia! Vorrei proprio sapere che odore ha.  

All’uscita dalla pista, bel gesto da parte di Yuzu, che aiuta Roman a sostenersi mentre si infila i paralame.


Interviste post-FS. Ci sono cose interessanti che sicuramente faranno piacere a tutti noi fans!

Dall’Instagram Story di Olympic Channel.

QUI trovate l’articolo e l’intervista esclusiva. Yuzuru ha detto che non pensa, per ora, alle Olimpiadi di Pechino 2022, ma piuttosto a restare in salute e, una volta guarito completamente, recuperare i quadrupli e altri elementi nuovi.

invece una serie di domande e risposte, tratte da varie fonti, tradotte da nanoka12 sul suo blog tumblr.
Parte 1
Parte 2

Cosa si può capire da tutte queste interviste?

  1. Yuzuru non ha totalmente escluso la possibilità di arrivare fino alle Olimpiadi di Pechino 2022, semplicemente… ora non ci sta pensando e pensa ad un passo per volta.
  2. Era comprensibile che dopo anni passati con un pensiero fisso in testa ed un desiderio ossessivo, e dopo aver raggiunto quell’obbiettivo tanto agognato, ossia il secondo oro olimpico, ci fosse un calo di tensione, una sorta di appagamento e quasi di stanchezza, voglia di rilassarsi e godersi – giustamente – le meritate soddisfazioni. Ma dopo questo, è bastata una gara a fargli tornare quella fame di vittoria che gli è propria, ed è tornato lo Yuzu combattivo e guerriero che speravo di vedere di nuovo, lo Yuzu che vuole fare di tutto per vincere e per mostrare il meglio possibile. Sì, c’è l’artista, che non dà la priorità ai salti ed ai punteggi, ma alla bellezza del programma nel suo insieme, ma mi piace anche vedere la sua parte di combattente, com’è sempre stato e come spero continui ad essere. Forza Yuzu!!!

Foto!!!

Da sponichi.co.jp :

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

Da gettyimages :

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

Da asahi.com :

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

Da news.yahoo.co.jp :

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

Da nikkansports.com :

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

Da kishimoto.com :

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

Da kyodonews :

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

Altre foto :

aci2018 practice 3 e free skating

aci2018 practice 3 e free skating

Ancora altre foto le trovate su afpbb.com.


In conclusione, una breve considerazione sul costume non può certo mancare! Lo potete vedere in tutti i suoi dettagli nelle foto postate poco più su.
Che dire? Mi piace tantissimo!!!!!!
Io, come tanti, speravo nel nero, ed è nero, speravo nel collo alto, ed è alto, guanti neri… e sono neri. E speravo nella pettinatura alla Let’s Go Crazy… ed è quella! Cosa potrei chiedere di più?
Non lo volevo troppo sobrio, perché non sarebbe lui. Yuzu è così, è ricercato, ama luccicare, ama qualche fronzolo nei costumi di gara, lo sappiamo, ed è giusto che rispetti il suo stile.
Effettivamente la parte superiore è molto piena di decorazioni, ma non sono di cattivo gusto, non sono frappe e balze o appendici svolazzanti. Ha un aspetto molto dark e sexy. 
Lo trovo bellissimo e il suo fisico è da urlo e valorizzato da questo costume in modo sublime.
A margine: sono sempre più sicura che Yuzurino ci legga tutti quanti su twitter. Che sia su twitter non c’erano dubbi già da tempo, ma penso che davvero segua con attenzione, perché, soprattutto tra le fans giapponesi, c’era questa idea del colore nero, magari con inserti oro, e delle trasparenze (se notate, la parte superiore in realtà è su base di pizzo, con l’aggiunta delle decorazioni, quindi è in qualche modo trasparente) e anche dei capelli pettinati così. Pensate possano essere tutte coincidenze? Mah, difficile crederlo.
Yuzu ci ha accontentate! Grazie!!

Mi sono dilungata abbastanza. Un saluto a tutti e alla prossima!!!
Mi raccomando, se volete… commentate, commentate, commentate! E iscrivetevi alla pagina Facebook per gli aggiornamenti lampo e magari per chiacchierare un po’. 

Ciao ciao!!



Condividi

5 pensieri riguardo “YuzuNews 22 settembre 2018: ACI2018 Practice 3 e Free Program”

  1. Un mito. Adesso lui si metterà al lavoro e luciderà e rifinirà questo programma finché diventerà uno splendore, come ha fatto con Seimei.
    L’ho trovato cambiato in viso, al festival era più spensierato. Certo Javi gli manca…è un momento di passaggio per lui
    Golden boy

  2. @Sara

    Vero? Finale drammatico come piace a lui XD Bello bello, speriamo che riesca a farlo davvero come ce l’ha in mente e sarà un autentico capolavoro.

  3. @Ida:
    A quale festival ti riferisci?
    Comunque… sì, io penso che cambiare quasi tutti i componenti del suo team di lavoro (non come coach ma come compagni d’allenamento) non sia facile, perché si era creato un equilibrio ben preciso che probabilmente un po’ ora si è rotto. Per come lo vedo io, Yuzuru è uno molto riservato, che parla con tutti ma non si apre troppo facilmente. Con Javi era riuscito a costruire un feeling particolare e si sentiva appoggiato da lui, con Jun non mi pare esserci questo legame e con Jason è tutto nuovo, ma non penso che diventerà facilmente come con Javi. In ogni caso… io non penso che la sua espressione fosse dovuta a questo, secondo me era semplicemente molto teso, nervoso.
    D’altra parte lo si può capire. Immaginatevi voi: per anni vivete per un solo scopo, con un pensiero fisso e un desiderio immenso e difficile da realizzare, lavorate per quello e tutto è in funzione di quello. Tra mille difficoltà riuscite a raggiungere quell’obbiettivo. Ovviamente in quel momento vi sentite felici, appagati, soddisfatti e tutto è perfetto. Ma al tempo stesso siete anche svuotati di energie e motivazioni, tutto ciò per cui avevate lavorato si è esaurito. E’ normale, secondo me, attraversare un periodo di “crisi”, in senso positivo, perché sei felice e ti godi il meritato riposo e le soddisfazioni che ti spettano, ed in senso negativo perché devi ricostruirti un futuro, ritrovare un equilibrio e capire come andare avanti. Ecco, per come la vedo io… lui ha passato questa fase, con l’aggiunta dell’infortunio da gestire: era appagato, ha trovato come suo scopo il 4Axel, ma non sentiva più di doversi preoccupare di risultati e punteggi. Ovvio che in questa situazione, affrontare una gara dopo ben 7 mesi di stop, e passare dalle Olimpiadi ad un nuovo inizio sia stato traumatico e fosse agitato. Lo si vedeva teso, sia in faccia che nei movimenti. Nelle practice era molto più sciolto. Ok, scusate, finito il papiro. XD

  4. Ele mi riferivo al Fantasy on Ice di prima dell’estate. Hai ragione nelle tue riflessioni.
    Le foto che hai messo sono stupende.
    Mi sono molto intenerita alla cerimonia della premiazione in due momenti particolari: dopo che Yuzu ha cantato l’inno nazionale e poi ha finalmente sorriso e subito prima di lasciare la pista che si è baciato la sua medaglia.
    Anche quando non pattina ti fa emozionare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *