Pubblicato il: 28 Aprile 2022 alle 1:21

Disegnare come gioco e relax – I miei vecchi disegni (Parte 1)

I miei vecchi disegni 1

Ho iniziato a disegnare sin dai 2 anni. Entrare in un negozio ricolmo di pennarelli, blocchi, quaderni, penne era altrettanto entusiasmante di quanto non fosse l’ammirare gli scaffali dei giocattoli.

Non andavo da nessuna parte senza portarmi appresso un blocchetto e una penna biro.
Ho sempre colorato pochissimo. Mi piacevano da impazzire i colori ma mi annoiava il colorare.
Non ho mai disegnato per mostrare ciò che facevo. Disegnavo, potrei dire, per necessità. Per passatempo, perché ne avevo sempre voglia, per rilassarmi, per gioco.
Erano scarabocchi, cose abbozzate e lasciate a metà. Poi mi stufavo e cambiavo idea, iniziavo altro. 

Ho sempre adorato disegnare ginnaste, ballerine e soprattutto pattinatrici, oltre a modelle a cui far indossare tutti gli abiti che mi inventavo o che mi piacevano e che io, cicciottella, non potevo permettermi di sfoggiare.

Quasi soltanto persone, quasi soltanto ragazze, in bianco e nero, incomplete, sparpagliate qua e là sullo stesso foglio e solitamente con la penna a sfera, perché non cancellavo. Piuttosto ricominciavo, mi stancavo, tracciavo una X sopra e riprendevo accanto.
Questo era il mio disegnare. Era la mia mamma che, riordinando casa, trovava e metteva da parte alcuni dei miei scarabocchi, molto pochi rispetto all’infinità che producevo, immagino quelli meno brutti! 

La scoperta di Yuzuru Hanyu mi ha fatto di nuovo sentire la necessità di esprimere qualcosa di bello. Se già prima non riuscivo mai ad essere davvero soddisfatta perché quello che facevo con le mani era infinitamente inferiore a quello che vedevo con la mente, figuriamoci ora che ho davanti agli occhi tutti i giorni la meraviglia di Yuzu!
Lui è però stato la scintilla che ha fatto riaccendere un fuoco sopito ma mai spento e ho così deciso ora, sul blog e per il blog, di tornare a coltivare disegno e pittura, ma questa volta in modo più serio e consapevole.

Prima di riprendere questo percorso, però, vorrei mostrarvi un minuscolo assaggio di ciò che ho ritrovato scartabellando nei vecchi scatoloni.


Disegnare come gioco e relax – I miei vecchi disegni (Parte 1)

ISPIRATI ad ANIME e MANGA

Da appassionata di disegno e di lettura, non potevo non esserlo di anime e manga, ossia cartoni animati e fumetti di produzione giapponese!
Esiste sul blog una sezione appositamente dedicata a questo argomento, a riprova del mio interesse.

Di seguito solo alcuni, pochissimi, esempi dei miei disegni a tema anime/manga.

  • Questo è Joji (George) uno dei protagonisti di “Paradise Kiss”, di Ai Yazawa.
    E’ un giovane stilista, che vive – e veste – secondo il suo stile personalissimo e originale. Amante dell’eleganza e della raffinatezza fin quasi ad apparire un po’ snob, non esita a tingersi i capelli, portare orecchini, spille e cappelli vistosi. 

66497254_10157304779727789_4304153303333208064_n

Questa è una mia versione personale di Joji, nella quale ho cercato di far risaltare in modo particolare quell’aria da “snob” che percepisco in lui.

66689545_10157304919132789_6371031083886051328_n

  • I protagonisti di Marmalade Boy, di Wataru Yoshizumi, serie nota in Italia come “Piccoli problemi di Cuore”.
    Lei è Miki e lui Yū, in Italia divenuto Yuri.
    Sono figli di due coppie divorziate e risposate così che il padre di uno è marito della madre dell’altra e la madre del primo sta con il padre della seconda. Le due coppie così formate, unite da profonda amicizia, vivono in appartamenti sui due piani della stessa abitazione e loro sono quasi come fratello e sorella, prima litigiosi, poi amici, complici e infine innamorati.

67298668_10157304779312789_3775604697923059712_n

  • Concludiamo con “Kareshi Kanojo No Jijou”, di Masami Tsuda, per gli appassionati noto come “Karekano” e arrivato in Italia come “Le situazioni di Lui & Lei”.
    Lei è Yukino Miyazawa, studentessa modello, invidiata da tutti per bravura e bellezza, che sono però frutto di un impegno ossessivo per primeggiare.

    Lui è Soichiro Arima, un ragazzo altrettanto bello, intelligente e popolare, che scopre casualmente la vera personalità di Yukino e inizia a ricattarla, assegnandole ogni tipo di compito e faccenda scolastica al posto suo. 
    Anche lui però non è come appare, in realtà fa di tutto per mantenere un così alto livello solo per non deludere i genitori adottivi, che lo hanno cresciuto liberandolo da un’infanzia triste e violenta.
    In un primo tempo, quindi, i due sono rivali, ma come si può facilmente immaginare, il loro rapporto si trasforma ben presto in amicizia e poi in amore e ciò li porta ad abbandonare la propria maschera di perfezione che fino a quel momento aveva determinato per loro una vita di solitudine.

67103159_10157304779497789_1959113628007268352_n


Sperando di non avervi annoiati troppo, vi aspetto ai prossimi post di disegno!


Autore: EleChicca

Italian. I like Japan, cats, fashion dolls, anime&manga, figure skating and a lot of other things, but, above all, I LOVE Yuzuru Hanyu! ??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate into your own language