21 dicembre: per il solstizio d’inverno in Giappone si fa il bagno con lo yuzu!

Condividi


Buona sera a tutti e buon inizio d’inverno!!
Eh sì, oggi è il solstizio d’inverno, il giorno dell’anno con meno ore di luce.

In Giappone è tradizione, in questo giorno (dato che il solstizio sarà alle 23 di questa sera, in Giappone sarà già il 22 dicembre in realtà), fare un bagno mettendo dentro alla vasca, nell’acqua calda, alcuni frutti di yuzu.

yuzu-yu

Sapete cos’è lo yuzu?
Si tratta di un agrume, un ibrido tra mandarino e papeda (il papeda è un altro genere di Citrus, forse anch’esso un ibrido).
E’ caratteristico dell’Estremo Oriente, originario della Cina, oggi diffuso soprattutto in Giappone, dov’è comunemente usato in molti ambiti, da quello alimentare alla cosmesi, passando per deodoranti per ambienti e altro.

Ha l’aspetto tondeggiante, è di colore giallo e ha la buccia ruvida e spessa. All’interno non c’è molta polpa e ci sono semi grandi.
Ha svariate qualità: il succo e la scorza sono apprezzati in cucina e il suo odore molto intenso pare sia particolarmente gradevole e calmante.

Cosa? Avete notato una certa assonanza con uno Yuzu a noi ben noto? Ah ecco dove lo avevo già sentito nominare!  

Allora, chiariamo: effettivamente yuzu e Yuzu si pronunciano esattamente allo stesso modo, ma lo yuzu, inteso come frutto, in hiragana si scrive  ゆず , mentre Yuzu, inteso come diminutivo di Yuzuru, si scrive ゆづ .

Questo è un video da NHK World TV, interamente dedicato allo Yuzu.

Ebbene, come dicevamo, nel giorno del solstizio d’inverno i giapponesi hanno questa tradizione, di fare un bagno con gli yuzu. Anche in molti impianti termali vengono messi gli yuzu nelle vasche, e ovunque l’effetto è l’espandersi di un odore molto intenso e piacevole, tanto che viene usato anche per deodorare l’ambiente.

yuzu-yu

C’è infatti l’antica credenza secondo cui fare un bagno in acqua calda e yuzu in questo preciso giorno abbia effetti benefici e prevenga raffreddori e malanni di stagione.

Solstizio d’inverno in Giapponese si dice  Toji (冬至, とうじ),  e trattamento Spa, inteso quindi anche come bagno, si dice anch’esso Toji (湯治 とうじ), seppur scritto con kanji differenti.
Il bagno con lo yuzu è lo yuzu-yu.

La zucca non è un prodotto giapponese, ma, proveniente dal Sud  America, è stata importata dai portoghesi attraverso la Cambogia, ragion per cui viene chiamato in Giapponese Kabocha. Allo stesso modo, anche il bagno nella vasca ha avuto origine solo nel periodo Edo, mentre prima il bagno era esclusivamente a vapore. Oggi, mangiare la zucca e fare il bagno con lo yuzu costituiscono una preghiera per il benessere e la salute di tutta la famiglia.  無病息災(むびょうそくさい).

Una curiosità. Oltre allo yuzu-yu, un’altra tradizione giapponese è il cosiddetto shobu-yu (菖蒲湯、しょうぶゆ), che è il bagno con le foglie di Iris. 
La foglia dell’Iris ha una forma che ricorda una spada e dunque, per la tradizione, simboleggia un’arma, una forza che agisce contro le epidemie, le malattie e gli spiriti maligni.
Un’altra assonanza della lingua giapponese è appunto questa, Shobu, ossia Iris, si pronuncia esattamente come vittoria, l’atto di vincere o sconfiggere qualcuno o qualcosa, shobu (勝負しょうぶ).

Risultati immagini per shobu-yu

Sapete? Sarei davvero curiosa di provare a immergermi in una vasca in cui galleggiano gli yuzu e sentirne l’odore, dev’essere buonissimo! 
Appena sarà possibile piantarlo, intendo acquistare un albero di yuzu. Non vedo l’ora! Vi farò sapere! 

Alla prossima, ciao ciao!  

 

 

 

 

 

 

 

 



Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *